Stati Uniti Biden E imbarazzante che Trump non ammetta la sconfitta. Ma nulla ci puo fermare

Stati Uniti, Biden: “È imbarazzante che Trump non ammetta la sconfitta. Ma nulla ci può fermare”

La Republica News
Pubblicità

“Proteggerò l’Obamacare come fosse la mia famiglia. Abolirlo, specialmente in tempi di pandemia, sarebbe una follia. Provocherebbe il caos”. Joe Biden difende la riforma sanitaria di Obama nella sua seconda apparizione da presidente eletto. Dopo la nomina della task force anti-Covid, mette in guardia da decisioni che toglierebbero la copertura sanitaria a 21 milioni di americani nel giorno in cui il Paese ha superato i 10 milioni di contagi.Lo ha fatto nel giorno della prima udienza della Corte suprema sull’abolizione chiesta dal gruppo di Stati repubblicani, guidati dal Texas e appoggiati dall’amministrazione Trump. “Abolire l’Obamacare non è compito nostro”, ha detto il presidente della Corte John Roberts. E anche uno dei giudici scelti da Trump, Brett Kavanaugh, ha espresso scetticismo. La decisione finale della Corte è attesa comunque non prima del giugno del 2021.
“Trump sarà presidente fino al 20 gennaio”
Ci può essere “solo un presidente alla volta” e Donald Trump “sarà presidente fino al 20 gennaio”. Ha dichiarato in conferenza stampa Joe Biden, mostrandosi convinto che i ricorsi del candidato repubblicano contro i presunti brogli non andranno a buon fine. Ha anche confermato di voler annunciare le prime nomina di governo entro la Festa del Ringraziamento, ovvero entro fine mese. A un giornalista che gli chiedeva che cosa avrebbe detto a Trump nel caso in cui  stesse guardando la sua conferenza stampa, Biden ha risposto, fissando la telecamera con un sorriso: “Presidente, ho fretta di parlarle”.
“Imbarazzante che Trump non riconosca la sconfitta”
Il rifiuto di Donald Trump di ammettere la sconfitta presidenziale è “imbarazzante”, ma “non avrà un grande impatto” sulla transizione del potere, ha detto inoltre Biden rispondendo a un giornalista che gli chiedeva dell’atteggiamento del miliardario repubblicano che continua a reclamare la vittoria appoggiato dai repubblicani, compresi esponenti di spicco dell’amministrazione come il segretario di Stato Mike Pompeo che ha parlato di “transizione” verso il secondo mandato di Trump.Biden ha sorriso commentando le dichiarazioni del capo della diplomazia Usa, descrivendo i repubblicani come “leggermente intimiditi” dal tycoon. “La transizione è già iniziata”, ha assicurato l’ex vice presidente e “nulla fermerà il trasferimento di poteri, possiamo andare avanti senza fondi e senza briefing”, ha aggiunto Joe Biden, per il quale il lavoro verso l’insediamento della prossima amministrazione è già iniziato. “Non vedo la necessità di azioni legali per assicurare la transizione”.

Usa, il segretario di Stato Pompeo: “Transizione? Sì, verso seconda amministrazione Trump”. Biden al telefono con Macron, Merkel e Johnson
10 Novembre 2020

“Ai leader del mondo dico: l’America è tornata”
Ai leader del mondo che gli hanno fatto le congratulazioni per la vittoria delle elezioni ha detto con a fianco la sua vice Kamala Harris: “l’America è tornata. Siamo tornati in gioco. Non sarò per l’America da sola”. Con questo messaggio Biden ha poi segnalato di rifiutare il nazionalismo di Trump, il governo all’insegna dell’America First. Biden si è infine dichiarato fiducioso nonostante stia ereditando una nazione divisa e messa in crisi dal coronavirus.


Go to Source