Stati Uniti il penalista Alan Dershowitz Trump sia tranquillo non ci sara nessun impeachment

Stati Uniti, il penalista Alan Dershowitz: “Trump sia tranquillo, non ci sarà nessun impeachment”

La Republica News
Pubblicità
Pubblicità

093029659 36dfd45f 40ea 4a2a a733 b340880278e9

NEW YORK – “Non mi ha chiesto nulla, lo premetto. Ma se Trump mi chiedesse un consiglio legale gli direi di stare tranquillo”.  Alan Dershowitz, 82 anni, professore emerito di Harvard, è il celebre penalista che salvò dal carcere il miliardario Claus Von Bulow accusato di aver avvelenato la moglie e poi O.J. Simpson a processo per uxoricidio. Si considera un liberal, ma negli ultimi anni ha parlato spesso a favore di president Trump e la sua voce è stata fra le più critiche riguardo al Russiagate.  

I democratici vogliono avviare una nuova procedura di impeachment e pure fra i repubblicani c’è chi invoca il 25esimo emendamento. Il Wall Street Journal consiglia addirittura le dimissioni… 

“Non succederà niente di tutto ciò. Non ci sarà nessuna procedura di impeachment. Né Trump verrà rimosso mettendo in atto il 25esimo emendamento. Non è incapace di governare né ha fatto nulla di illegale. Impossibile dimostrare che ha incitato la folla direttasi a Capitol Hill. È tutto solo un gran circo mediatico”  

Trump, dunque, non pagherà nessuna conseguenza per i fatti del 6 gennaio? 

“Le conseguenze politiche sono già enormi, ha perso metà del suo partito e probabilmente anche metà dei suoi sostenitori. I fatti del 6 gennaio verranno ricordati come un incidente storico. Ma non avranno l’impatto di cui tutti parlano, Il 20 gennaio ci sarà un nuovo presidente e volteremo pagina”. 

Il presidente uscente sta esplorando anche la possibilità di auto perdonarsi… 

“Troppo rischioso, lo sconsiglierei. Nessuno sa se è veramente possibile, non ci sono precedenti e la legge è troppo ambigua. Sarebbe un errore per lui farlo, significherebbe dover ammettere che ha fatto crimini che per ora nessuno gli imputa” 

E se cedesse i poteri a Pence allo scopo di farsi perdonare da lui? 

“Sbagliato anche quello. Intanto perché non è affatto detto che il vicepresidente accetterebbe. E poi dubito che Trump dovrà affrontare conseguenze legali. Qualunque atto incriminatorio verrebbe considerato una sorta di persecuzione politica. I giudici alla fine lo lasceranno stare”. 

Cosa vede dunque nel futuro di Trump? 

“Tornerà ad occuparsi dei suoi affari. E probabilmente continuerà a gettare la sua ombra sul partito repubblicano. Insomma, in termini legali, non vedo nessun dramma all’orizzonte”.



Go to Source