Stile Lollo: le foto che raccontano lo stile di Gina Lollobrigida, un’icona italiana nel mondo

Pubblicità
Pubblicità

Non si è mai risparmiata in quanto ad eleganza, sontuosità, massimalismo. Gina Lollibrigida, attrice iconica che si è spenta oggi all’età di 95 anni, amava le stampe maculate, le pellicce (in un’epoca in cui il loro aspetto etico non era ancora stato sollevato), i tacchi a spillo, i gioielli, i vezzosi copricapo, gli abiti che ne fasciavano la silhouette sottolineando il punto vita e rendendo protagonista il generoso decolleté. La diva icona della bellezza italiana nel mondo ha sempre scelto di incarnare la femminilità mediterranea, e nel costruire il suo immaginario si è avvalsa del supporto di grandi sarti, come Sorelle Fontana, Capucci, Sergio Soldano, e soprattutto Emilio Federico Schuberth.

Quando la Lollo incontrò la regina Elisabetta II

Schubert, considerato all’epoca il ‘sarto delle dive’ per antonomasia, aveva concepito uno stile ispirato al New Look di Dior, rielaborandolo per esaltare le forme tipicamente mediterranee che tanto andavano di moda, e che stavano soppiantando la sofisticata linea Hollywoodiana (dettata da Greta Garbo, Marlene Dietrich) con una più generosa esposizione delle curve e un forte accento sulla femminilità. Gli anni Cinquanta di Cinecittà, con i loro vitini da vespa, le gonne ampie a metà polpaccio, i corpetti aderenti pensati per sostenere e sottolineare il seno, diventano iconici nel mondo, e nessuna li incarna meglio di Gina Lollobrigida.

I suoi abiti da sera erano sempre eleganti e sontuosi, arricchiti da paillettes, piume, ruches, e la diva non mancava mai di indossare gioielli preziosi e vistosi, come quelli realizzati appositamente da Bulgari. Le scarpe, rigorosamente con tacchi a spillo, venivano plasmate per lei dal laboratorio romano Alberto Dal Co’, e, a completare i suoi look, non mancavano mai opulenti pellicce e cappellini vezzosi. Nelle occasioni meno formali, l’attrice sceglieva outfit meno ricchi, ma non rinunciava mai a sottolineare il punto vita, incarnando perfettamente l’immagine della donna anni Cinquanta che ha nutrito l’immaginario collettivo di allora e di oggi. Noi vogliamo ricordare la grande diva con alcune delle foto più belle e meno viste che raccontano il suo look impareggiabile.

Pubblicità

Pubblicità

Go to Source

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *