Storia Darwin pagine autografe di Lorigine delle specie su internet per la prima volta

Storia: Darwin, pagine autografe di ‘L’origine delle specie’ su internet per la prima volta

Libero Quotidiano News
Pubblicità
Pubblicità

Condividi:

10 dicembre 2020

Londra, 10 dic. – (Adnkronos) – Due pagine originali della bozza manoscritta di “On the Origin of Species”, il celeberrimo “L’origine delle specie” (1859) di Charles Darwin (1809 – 1882), sono arrivate su Internet per la prima volta e con esse anche alcune rare lettere del biologo e naturalista inglese, oltre a note di lettura inedite. Darwin Online, il portale che contiene i lavori completi del padre della teoria sull’evoluzione delle specie, si è arricchito di nuovi contenuti.
L’annuncio dei nuovi documenti digitalizzati è stato dato da John van Wyhe, storico della scienza docente presso il Dipartimento di Scienze Biologiche dell’Università Nazionale di Singapore. “Darwin ha scritto a mano la prima bozza di ‘On the Origin of Species’ e quasi tutto questo lavoro è andato perduto. I suoi fogli manoscritti furono persino riutilizzati come carta da disegno”, ha spiegato il professore van Wyhe. I due autografi sopravvissuti “sono assolutamente rari” e così sono stati messi in Rete per impreziosire la collezione digitale.
Tra le lettere digitalizzate anche due lettere di Darwin a Karl Marx l’autore di “Il Manifesto del Partito comunista”. Infine è stata digitalizzata anche una bozza di “The Descent of Man and Selection Linked to Sex”, pubblicata nel febbraio 1871 (“The Descent of Man”, in versione originale), che fu inviata all’editore londinese. “Le pagine rese pubbliche – ha aggiunto John van Wyhe – forniscono informazioni aggiuntive senza precedenti sulla metodologia e sulle ricerche svolte da Darwin. Tutto questo sarebbe solo felicità se la calligrafia di Darwin non fosse notoriamente illeggibile”. Per aiutare i curiosi nella lettura, la piattaforma offre, accanto alla versione digitalizzata, un documento trascritto, per comprendere meglio l’argomento.



Go to Source