Su Google Arts il tour virtuale del Quirinale

Pubblicità
Pubblicità

Un progetto straordinario spalanca le porte del Quirinale ai visitatori (virtuali) di tutto il mondo. Basta andare sulla piattaforma Google Arts & Culture per visitare stanze, cortili, particolari poco conosciuti al grande pubblico: il Cortile d’Onore o il Salone dei Corazzieri, la sala più ampia di tutte, della quale si può ammirare il magnifico soffitto ligneo, la Cappella Paolina o le mostre ospitate nel Palazzo come la collezione di 200 orologi e pendoli. E naturalmente l’ufficio del Presidente. Un tour immersivo a 360 gradi possibile direttamente dal computer della propria scrivania o dello smartphone. L’itinerario virtuale comprende naturalmente anche la tenuta di Castelporziano e Villa Rosebery.

Aprire le porte della casa degli italiani al pubblico ha chiaramente un significato più ampio di una visita d’arte. Significa rendere partecipi i cittadini della vita dello Stato, partendo dal fatto che il Quirinale è, come ha più volte ripetuto il presidente Sergio Mattarella “un palazzo vivo e vitale per la nostra democrazia”. E’ stato proprio Mattarella infatti ad estendere, a partire dal 23 giugno 2015, l’apertura al pubblico del Palazzo, invitando a visitare un patrimonio che è di tutti gli italiani.

La visita può diventare un modo per ripercorrerne la storia. Palazzo papale fino al 1870, divenne poi reggia del primo re d’Italia, fino a che, con il referendum del 2 giugno 1946, fu proclamata la Repubblica. Dal primo gennaio 1948 il Quirinale è diventato la sede ufficiale della presidenza della Repubblica. L’edificio custodisce un patrimonio artistico risalente a 400 anni di storia di inestimabile valore.

Il viaggio nel Palazzo presidenziale è rivolto a diverse fasce di età e prevede anche interazioni, giochi e quiz per i più piccoli. Sul web sono state caricate oltre 1000 immagini e più di 100 chilometri di digitalizzazioni Street View. Da non perdere, tra le mostre, la nuova raccolta di opere del Novecento italiano Quirinale contemporaneo, una ricca esplorazione dell’arte contemporanea tra tele, sculture e design. E c’è la possibilità di esplorare i bellissimi giardini all’aperto attraverso la tecnologia Street View su Google Arts & Culture che permette di entrare nel Viale delle Palme, delimitato su entrambi i lati da 12 aiuole geometriche con una rara e ricca collezione di specie arboree.

Ecco un assaggio del tour virtuale.

Lo studio del presidente della Repubblica è il luogo dove si svolgono gli incontri del presidente con i rappresentanti parlamentari in occasione delle consultazioni per la formazione del Governo.

Lo studio del Presidente della Repubblica 

Il Salone dei Corazzieri è una delle sale di rappresentanza più importanti, usata dal Presidente in occasione di cerimonie di Stato solenni.

Salone dei Corazzieri 

Il Torrino ha all’interno una elegante sala da pranzo per gli incontri ufficiali più riservati e offre una magnifica vista dall’alto sulla città di Roma.

La Sala degli Specchi che i Savoia avevano adibito a sala da pranzo, è il luogo in cui giura il nuovo governo. Ospita alcune udienze del Capo dello Stato e il giuramento dei giudici costituzionali.

Sala degli Specchi 

Pubblicità

Pubblicità

Go to Source