Successo della sonda europea BepiColombo: sfiora Mercurio a 200 chilometri

Pubblicità
Pubblicità

Terza missione verso Mercurio, il pianeta più piccolo del sistema solare e quello più vicino al Sole. E’ riuscito il primo passaggio ravvicinato a Mercurio della sonda BepiColombo, nata dalla collaborazione tra l’Agenzia spaziale europea (Esa) e quella giapponese (Jaxa) con un importante contributo italiano da parte di Agenzia Spaziale Italiana (Asi), Istituto Nazionale di Astrofisica (Inaf) e Sapienza Università di Roma.

Per avere la prime immagini bisognerà attendere ancora un pò perché le prime scattate dalla sonda erano sovraesposte.
BepiColombo ha sorvolato Mercurio alla quota di 200 chilometri e ha cominciato così a prepararsi all’osservazione sistematica del pianeta, prevista per il 2025.

BepiColombo, la prima volta dell’Europa verso Mercurio

Lanciata il 20 ottobre 2018 dal Centro spaziale di Kourou (Guyana francese), la sonda BepiColombo è al quarto incontro ravvicinato della sua missione, nella quale, per affrontare il viaggio verso Mercurio ha preso una prima spinta passando vicino alla Terra nell’aprile 2020 e poi altre due spinte salutando Venere, nell’aprile 2020 e nell’agosto 2021. In questo modo la sonda ha potuto acquisire la velocità necessaria per riuscire a entrare nell’orbita di Mercurio, dalla quale dovrebbe essere catturata a fine 2025.

La sonda BepiColombo cattura la ‘musica’ del campo magnetico terrestre

Pubblicità

Pubblicità

Go to Source