Super Bowl all’ultimo respiro: i Los Angeles Rams sono i campioni Nfl

Pubblicità
Pubblicità

Con una disperata rimonta i Los Angeles Rams hanno vinto il Super Bowl, disputato sul loro terreno, contro i Cincinnati Bengals. La cronaca di un match emozionante sino alla fine.

Il primo touchdown della finale arriva al secondo drive d’attacco dei Rams che sfruttano al massimo una precedente e troppo audace scelta offensiva dei Bengals. Cincinnati decide di giocare un quarto down, ma non va da nessuna parte e riconsegna palla a Los Angeles in una favorevole zona di campo.

Palla ai Rams dunque e fondamentale terzo down di Kupp. Poi Stafford è perfetto nel trovare Odell Beckham junior per i sei punti che aprono il match. Il kicker realizza e a 6 minuti e 22 secondi dalla fine del primo quarto i Rams sono in vantaggio 7-0.

Burrow sembra impacciato, i primi due drive sono da dimenticare. Sta per finire il primo quarto e torna in campo. Deve dare un segnale per lui e i suoi Bengals. Lo fa con uno splendido lancio lungo e profondo per il suo target preferito, Chase. Il formidabile ricevitore batte Ramsey e in tuffo con la mano destra ghermisce la traiettoria. Cincinnati è vicina al touchdown, ma un drop di Mixon prima e uno splendido intervento difensivo di Ramsey dopo lo impediscono. I Bengals devono accontentarsi di un field goal. Il primo quarto dice: Rams 7 Bengals 3.

Il secondo quarto si apre con un terzo down ancora decisivo: ma la connection Stafford-Beckham funziona alla grande e da lì i Rams prendono lo slancio per andare a segno. Stafford trova Kupp liberissimo in end zone. Ma subito dopo i Rams pasticciano sul punto addizionale. Punteggio: 13-3 per LA.

Ora Cincy deve scuotersi. E lo fa, alla grande. Burrow ottiene primi down in serie grazie a Chase e Mixon, poi i Bengals aprono la scatola dei trucchi e inventano una giocata fantasiosa e inattesa. Burow dà la palla a Mixon che invece di correre lancia in touchdown Higgins. Punto addizionale ok e partita riaperta: 13-10.

Il drive che segue è particolarmente importante perchè i Rams perdono Beckham che si fa male da solo e lascia il campo. L’impressione è di un infortunio non lieve al ginocchio. Stafford prova a staccare i Bengals con una bomba direttamente in end zone ma Bates è bravissimo a intercettarlo. Si tratta del primo errore del qb di LA. Non succede più nulla, finisce il quarto e quindi il primo tempo con i Rams in vntaggio di sole tre lunghezze. Tutto ancora può accadere.

Il secondo tempo si apre con un bel lancio di Burrow per Higgins che vola in td. Ma il replay mostra un fallo su Ramsey non visto dagli arbitri , vantaggio Bengals per la prima volta: 17-13.

E’ un inizio di quarto shock per LA perchè Stafford subisce il suo secondo intercetto. Cincy può allungare, ma non sfrutta in pieno la chance e deve accontentarsi di un calcio da tre punti, ora è 20-13.

Los Angeles reagisce, diversi primi down su lancio, ma sempre male sulle corse. Poi prova un gioco col trucco ma il lancio del ricevitore Kupp non raggiunge Stafford, improvvisato wr. E si va al fiel gol: 16 Rams, 20 Bengals. Cincy gioca un brutto drive e deve andae al punt. A poco più di quattro minuti dalla fine del terzo quarto i Rams hanno la possibilità di riportarsi avanti. Ma non vanno a punti, anzi, Stafford subisce un sack e adesso zoppica e viene fasciato alla caviglia. Sotto nel punteggio, con Beckham fuorigioco e Staford malconcio, per i Rams si fa dura.

Ma qui viene fuori la difesa di Los Angeles e Burrow se la vede brutta. Due sack consecutivi, Donald e Von Mille scatenati. Solo un punt per Cincy. Finisce il terzo quarto.

Quindici minuti alla fine. Rientra Stafford, che stringe i denti. Ma il drive non produce nulla. I Bengals sembrano avere il vento in poppa ma Burrow subisce il settimo sack della sua gara e soprattutto urla di dolore e si tiene un ginocchio. Cincinnati col fiato sospeso.

Entriamo negli ultimi sei minuti. Prima, drive inconcludenti dei due team. I Rams tentano il tutto per tutto e Stafford ritrova Kupp per un drive fondamentale per le sorti di LA. Ed è proprio questo formidabile ricevitore a realizzare il td del sorpasso quando manca poco più di un minuto dal termine. Per Burrow ora o mai più. Non fa il miracolo. I Rams vincono il Super Bowl per 23-20.

Pubblicità

Pubblicità

Go to Source