Tampon tax, Francesca Michielin su Twitter: “Anche questo mese ho speso 15 euro, come se avere il ciclo fosse un lusso”

Pubblicità
Pubblicità

Non è bastata l’ultima misura di bilancio, con cui il governo ha tagliato l’Iva sugli assorbenti al 10%. Il fatto di non aver abbassato la tassa ulteriormente – si era chiesto il 4% – ha lasciato parecchie donne scontente. Se ne è fatta portavoce la cantante Francesca Michielin, 26 anni, che ieri ha gettato il sasso nello stagno di Twitter: “E anche oggi, come ogni mese, ho speso i miei 15 euro di assorbenti (3 pacchi di media mi servono). Del resto, avere il ciclo è un lusso, è uno sfizio, come voler bere spumante, andare in vacanza, comprarsi le sigarette o un nuovo smartphone, no?”

Il tema ha fatto breccia, ma a colpire le donne utenti di Twitter è stato il numero di risposte arrivate dal mondo maschile. C’è stato chi ha consigliato a Francesca Michielin di cercare meglio fra gli scaffali del supermercato: avrebbe trovato marche più economiche rispetto ai 5 euro a pacco di quella scelta da lei. C’è chi le ha consigliato la coppetta perché la moglie ci si trova tanto bene e chi ha ricordato che le lamette da barba hanno ancora l’Iva al 22%, e questo potrebbe rappresentare un’iniquità ai danni degli uomini.

Tampon Tax, parla la “pasionaria” Laura: “Vinta una battaglia, la guerra continua”

Francesca Michielin è stata costretta a rispondere con altri tweet, per ribadire che con la coppetta non si trova bene e che la marca che sceglie resta affar suo. “Non ho parole. Anziché aprire un dibattito sulla tassazione degli assorbenti, sul fatto che non sono un lusso, mi devo ritrovare a leggere consigli su quali assorbenti usare. Non scelgo io che flusso avere. Ognun? deve sentirsi a proprio agio, beccarmi la paternale anche no”.

Pubblicità

Pubblicità

Go to Source