Tennis, Berrettini in finale a Belgrado. Sfida a Karatsev

Pubblicità
Pubblicità

Mentre Yannik Sinner a Barcellona si arrende a Tsitsipas, sulla terra rossa di Belgrado Matteo Berrettini torna a giocare una finale dopo quasi due anni. Il 25enne romano, numero 10 del mondo e seconda testa di serie del torneo serbo, ha battuto in semifinale il giapponese Taro Daniel, n.126 del ranking Atp, ripescato in tabellone come lucky loser: 6-1, 6-7 (5), 6-0 il punteggio finale in favore di Berrettini che domenica andrà a caccia del quarto titolo in carriera dopo quelli vinti a Gstaad (2018), Budapest (2019) e Stoccarda (2019). Dopo aver vinto nettamente il primo set (break al secondo e al sesto gioco), nel secondo Berrettini è salito 2-0, sul 5-4 è andato a servire per il match ma ha subito il break del giapponese che poi si è imposto in un tie break sempre comandato. Lì Berrettini ha avuto il merito di cancellare il passaggio a vuoto e riprendere a giocare il suo tennis. Il terzo set non ha avuto storia, l’azzurro ha strappato la battuta all’avversario al secondo gioco, poi al quarto e ha chiuso 6-0 in due ore e 7 minuti.

Tennis, Sinner si ferma a Barcellona: niente da fare con Tsitsipas

Karatsev elimina Djokovic

In finale Berrettini se la vedrà con il russo Aslan Karatsev, numero 28 del mondo, rivelazione del 2021, che ha inflitto la seconda delusione di fila sul rosso a Novak Djokovic. Dopo l’uscita negli ottavi a Montecarlo per mano di Evans, il serbo è stato sconfitto in semifinale nel torneo che si gioca al ‘Novak Tennis Center’, l’impianto dove il numero uno del mondo si allena regolarmente. Karatsev si è imposto in tre set per 7-5, 4-6, 6-4 dopo tre ore e mezza di gioco. Il 27enne russo, alla seconda finale dell’anno dopo quella vinta a Dubai, si è preso la rivincita su Djokovic che lo scorso febbraio lo aveva battuto in semifinale agli Australian Open.

Pubblicità

Pubblicità

Go to Source