Tennis, oggi agli Internazionali d’Italia nove azzurri in gara. Pioggia permettendo

Pubblicità
Pubblicità

ROMA – Meteo permettendo, sarà un mercoledì azzurro al Foro Italico. Gli Internazionali Bnl d’Italia promettono un’altra giornata di passione e di tennis, alla vigilia ormai dell’ingreso in scena delle star.

Il programma diurno, meteo permettendo

Ma, come detto, tempo permettendo. La pioggia dovrebbe purtroppo essere il nemico di tutti i tennisti, la variabile con cui fare i conti. Teoricamente si comincia alle 11. Sul campo Centrale ci sarà un vecchio leone come lo svizzero Wawrinka, impegnato contro il russo Ivashka. A seguire Sara Errani, che finalista fu (contro Serena Williams nel 2014) al Foro, impegnata con la russa Pavlyuchenkova. Ma prima di lei, sul campo 1, Matilde Paoletti cercherà fortuna contro la polacca (qualifica) Frech.

La gioia di Flavio Cobolli

Ma gli italiani in gara saranno altri sette. Cronologicamente toccherà ad Elisabetta Cocciaretto entrare in campo, alle prese con l’americana Lauren Davies sul campo Pietrangeli. Sulla Grand Stand Arena è programmata Lucia Bronzetti contro la montenegrina Danka Kovinic. Dopo di lei, stesso campo, riecco in scena Flavio Cobolli, che ieri ha infiammato il Foro Italico nell’ultimo turno di qualificazione, rimontando l’americano Nava e che oggi dovrà disporre del francese Rinderknech. Probabilmente in contemporanea, sul Campo 3, Camila Rosatello cercherà di sorprendere Claire Liu, giovane americana.

Il programma serale

Interessante, e ricco di spunti, il programma serale: alle 19, sul Centrale, si sfideranno Fabio Fognini e Andy Murray. Per chi non fosse addentro alle cose del tennis, i due non si sono mai amati (eufemismo) e dunque si prospettano scintille in notturna. Farà seguito, ma di certo non prima delle 20.30, Camila Giorgi contro l’olandese Arantxa Rus. Sul campo 12 l’ultima azzurra della giornata: Nuria Brancaccio versus l’austriaca Julia Grabner.

Il resto della giornata

Sono soprattutto due, i match da segnalare: quello tra Lesia Tsurenko ed Elina Svitolina, derby che strapperà l’applauso di tutti, essendo le tenniste ucraine. Esattamente l’opposto di Dayana Yastremska-Anna Kalinskaya: ucraina la prima, russa la seconda. Vedremo se ci saranno code polemiche, dopo il caso Krutych-Shevchenko, con la mancata stretta di mano finale da parte del primo, e dopo le parole della bielorussa Aryna Sabalenka: “Continuano a odiarci, non è cambiato nulla”.

Pubblicità

Pubblicità

Go to Source

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *