Tennis, Sinner vince a Washington: primo “500” in carriera e numero 15 del mondo

Pubblicità
Pubblicità

Jannik Sinner trionfa a Washington diventando il più giovane vincitore di un “500”. Il 19enne altoatesino si è imposto nella finale del “Citi Open”, torneo ATP 500 con un montepremi di 1.895.290 dollari che si è chiuso sui campi in cemento di Washington D.C. Sinner, numero 24 del mondo e quinta testa di serie, ha battuto 7-5 4-6 7-5, dopo quasi tre ore, lo statunitense Mackenzie Mc Donald, n.107 ATP, alla sua prima finale nel circuito maggiore. Per Jannik – che da oggi diventa numero 15 del mondo – è il terzo titolo in carriera su quattro finali disputate, il secondo in questa stagione dopo il successo a Melbourne a febbraio.  

Il 40 anni del Mito in crisi, i 20 del Rosso in crescita

La partita

Nel primo set Sinner è partito forte (3-1), ha subito il contro-break dell’avversario ma ha allungato di nuovo (5-2). Mc Donald è però rientrato (5-4) ma nel decimo game l’altoatesino si è procurato due set point: il primo lo ha sciupato spedendo in tribuna un rovescio, il secondo è stato cancellato dallo statunitense con la prima di servizio. Sinner ha avuto altre quattro occasioni per chiudere, occasioni sprecate che Mc Donald ha sfruttato per pareggiare i conti (5-5). Nel dodicesimo gioco il 26enne di Orlando è andato sotto 0-40, ha annullato altri tre set point e poi un quarto prima di cedere il primo set. Nella frazione decisiva Sinner è scappato avanti 3-0 e poi 4-1 dopo aver annullato tre palle break. Sotto 5-2 Mc Donald ha cancellato due match point nell’ottavo gioco, ha strappato il servizio all’italiano e ha completato la rimonta (5-5). Sinner non si è fatto prendere dal panico chiudendo il conto con un altro 7-5.  

Grazie a questo successo Sinner diventa il secondo italiano a raggiungere la finale in tutte e tre le categorie di tornei (ATP 250, 500 e 1000) nella stessa stagione dopo Matteo Berrettini (che sempre quest’anno ha raggiunto anche la finale in uno Slam). Ed è il primo italiano a vincere a Washington: in precedenza Barazzutti (1980) e Furlan (1996) si erano fermati in semifinale.

Pubblicità

Pubblicità

Go to Source