200356117 226ce455 83ea 44e8 9044 7b8f238515c2

Tentata rapina nel Cuneese, il gioielliere spara ai banditi: due morti

La Republica News
Pubblicità
Pubblicità

200356117 226ce455 83ea 44e8 9044 7b8f238515c2

Sparatoria con due morti, questa sera, davanti a una gioielleria in frazione Gallo di Grinzane Cavour, nel Cuneese. Secondo le prime informazioni è stato il titolare ad aprire il fuoco, in strada davanti al negozio, contro tre rapinatori che, armati, avevano tentato di svaligiare la gioielleria. Due sono stati uccisi, il terzo sarebbe in fuga. Sei anni fa il gioielliere era stato selvaggiamente pestato, con prognosi di un mese, durante un’altra rapina.

E’ successo verso le 18,30 davanti alla gioielleria Mario Roggero in via Garibaldi, la strada più centrale e frequentata del paese, che porta da Alba a Barolo. I rapinatori sono stati uccisi in strada: uno dei corpi è rimasto in mezzo alla via, l’altro all’angolo con una strada laterale. Sulla sparatoria stanno ora indagando i carabinieri della compagnia di Alba.

L’oreficeria Roggero era già stata rapinata in passato: il 22 maggio 2015 una coppia di nomadi di etnia sinti, marito e moglie, entrambi di 45 anni, erano entrati fingendosi clienti e una volta dentro, armi in pugno, avevano percosso e immobilizzato il titolare e la figlia, legandoli con delle fascette di plastica per cablaggi, per poi fare man bassa di tutti i gioielli. Poi sono fuggiti con un’utilitaria rubata. Padre e figlia erano stati portati all’ospedale di Alba: lei con una prognosi di 5 giorni, lui addirittura di un mese. I rapinatori sono stati bloccati nel pomeriggio dopo un inseguimento: avevano ancora il borsone con la refurtiva, dieci chili di gioielli.



Go to Source