Terremoto, nuove scosse di magnitudo 3.5 e 2.7 a 30 chilometri da Fano

Pubblicità
Pubblicità

Prosegue la sequenza sismica davanti la costa delle Marche, dopo la forte scossa di magnitudo 5.7 registrata alle 7:07 di ieri.
Secondo i dati dell‘Istituto nazionale di geofisica e vulcanologia (Ingv), le scosse più rilevanti delle ultime ore sono state una di magnitudo 3.5 alle 23:05 di ieri e un’altra di magnitudo 2.7 alle 00:15. Entrambe hanno avuto ipocentro compreso tra gli 8 e i 4 chilometri di profondità ed epicentro a circa 30 km da Fano (Pesaro e Urbino).

Il sismologo: “Temo per le faglie vicine alla costa. La terra potrebbe tremare ancora”

“Si prevede che lo sciame sismico continuerà anche nei prossimi giorni – spiega la Regione Marche – Alcune di queste repliche potrebbero essere risentite dalla popolazione, specie quella residente lungo la costa, senza escludere altri eventi di altrettanta entità, anche se al momento è impossibile fare previsioni”. Scuole chiuse in molte città delle Marche, a partire da Pesaro e Ancona.

Pubblicità

Pubblicità

Go to Source