Tim, cambio al vertice: il cda accetta le dimissioni di Gubitosi

Pubblicità
Pubblicità

Roma – Cambio al vertice del gruppo Telecom Italia. Il consiglio di amministrazione ha accettato le dimissioni dell’amministratore delegato Luigi Gubitosi. Il manager, che in passato ha guidato anche la Rai e Alitalia, ha rimesso le deleghe giovedì 25, scrivendo una lunga lettera ai consiglieri in cui ha spiegato le motivazioni del suo passo indietro. Una mossa, ha sostenuto, per “favorire una decisione” sull’offerta presentata dal fondo americano Kkr, disponibile a prendere il controllo dell’ex monopolista telefonico.

Con la sua mossa, Gubitosi ha anticipato una eventuale sfiducia che poteva essere presentata da una parte dei consiglieri. Il cda straordinario – che si è concluso con le sue dimissioni – era stata chiesto da 11 membri del cda per discutere le strategie e l’andamento dei conti, non particolarmente brillanti.

Allo stesso tempo, il cda straordinario si è trasformato anche nell’occasione per decidere come procedere nei confronti dell’offerta “non vincolante” presentata solo pochi giorni fa dal fondo americano kkr, che ha offerto di rilevare il gruppo delle tlc italiano pagando 0,50 centesimo per azione.

Pubblicità

Pubblicità

Go to Source