Tokyo 2020, Pallavolo: Italia maschile batte il Canada in rimonta

Pubblicità
Pubblicità

TOKYO – L’Italvolley inizia col brivido la sua missione olimpica. Sotto di due set contro il Canada, con l’acqua alla gola nel terzo, gli azzurri hanno un sussulto e grazie a un lungo turno in battuta di Michieletto rientrano in partita. Il 2001 bresciano è il migliore (24 punti alla fine) di un’Italia comunque orgogliosa, che vince nettamente il quarto set e non sbaglia nel tie break. È proprio Michieletto a chiudere il conto con un diagonale mancino. Per Blengini buone le risposte anche da Juantorena, trascinatore nella fase calda della partita e autore di 21 punti. In doppia cifra anche Vettori (10), entrato nel secondo set per un falloso Zaytsev (3/13 in attacco): il capitano non ha più rimesso piede in campo da quel momento. La quadra per Blengini arriva con Anzani e Galassi centrali, Michieletto e Juantorena in attacco, Vettori opposto, ma anche con l’ingresso, nel finale, di Sbertoli come secondo palleggiatore e libero aggiunto. Fatica, tanta, ma due punti che fanno morale e, per come si era messa, vittoria importante in ottica classifica e in vista della Polonia (lunedì), campione del mondo e squadra da battere. Si è giocato in un palazzetto, l’Ariake Arena, immenso e malinconicamente vuoto, abitato solo da seggiolini grigi. E fuori un caldo atroce.

Blengini: “Siamo una squadra di 12 giocatori, Zaytsev importante anche fuori dal campo”

“Molta sofferenza” commenta il ct Blengini alla fine, “sapevamo che era una partita difficile, ce l’aspettavamo. La differenza la fa quando tu ti aspetti di soffrire e non basta e psicologicamente è devi reagire: a quel punto o salti definitivamente o rientri. Michieletto sta facendo passi da gigante. Abbiamo fissato degli obiettivi tecnicamente, lui li migliora di partita in partita in maniera evidente, la VNL è stata importante per lui, ha dimostrato di reggere mentalmente il grande palcoscenico, era immaginabile che avvertisse lo scotto dell’esordio e non è stato. Zaytzev? Lui è un giocatore di carattere ed esperienza, ha fatto il massimo e sta facendo il massimo, ha fatto fatica dentro il campo ma è stato importante fuori. Questa è e vuole essere una squadra di 12 giocatori. La Polonia si presenta da sola, bi-campione del mondo e con Leon che è alla sua prima Olimpiade. Andremo in trincea. È l’Olimpiade”.

Italia-Canada 3-2 (26-28, 18-25, 25-21, 25-18, 15-11)
Italia: Kovar 1, Vettori 10, Juantorena 21, Giannelli 4, Zaytsev 4, Piano 2, Colaci libero, Galassi 9, Sbertoli 0, Anzani 6, Michieletto 24, Lavia 0. Ct Blegini
Canada: Sanders 0, Perrin 17, Hoag 18, Maar 2, Blankenau 0, Sclater 5, Van Berkel 10, Vernon-Evans 12, Vigrass 6, Zwarc 3. N.e. Marshall, Bann. Ct Hoag

Pubblicità

Pubblicità

Go to Source