094242449 3f45fbe5 a4cc 49d8 8f0c dd445141edd1

Torino, duello virtuale nei 5 Stelle per raccogliere l’eredità di Appendino

La Republica News
Pubblicità
Pubblicità

094242449 3f45fbe5 a4cc 49d8 8f0c dd445141edd1

Oggi si completerà il quadro dei candidati sindaco che a Torino si sfideranno per il dopo Appendino. Dalle 10 alle 22 sono aperte le urne virtuali sulla piattaforma SkyVote, il nuovo sito dove gli iscritti del Movimento 5 Stelle, orfani di Rousseau, potranno scegliere tra la capogruppo in Sala Rossa, Valentina Sganga, e il consigliere Andrea Russi, presidente della Commissione Commercio. Quello di Torino sarà il primo test nazionale rispetto alla nuova piattaforma che sarà poi usata il 2 e 3 agosto per dare l’opportunità agli attivisti di decidere sul nuovo Statuto del Movimento guidato dall’ex premier Giuseppe Conte.

Valentina Sganga: “Aspiro al ruolo di sindaca attenta agli ultimi”

Appendino neutrale

Appendino, che nel 2016 fu scelta per acclamazione nell’assemblea degli attivisti e non attraverso un voto, non si è schierata con nessuno dei due sfidanti. Ha partecipato però alla presentazione della piattaforma e definisce il voto di oggi ” come un traguardo importantissimo con cui portiamo avanti il principio di democrazia diretta che ci ha sempre caratterizzato. La comunità del Movimento di Torino è orgogliosa di poter essere apripista con questa votazione. Torino è sempre stata protagonista nelle varie fasi del M5S fin dalle origini e siamo in trepidante attesa della votazione e di poter presentare il nostro candidato ” . Appendino aveva auspicato nei mesi scorsi che si ” potesse fare sintesi dentro il Movimento, ma non c’erano le condizioni, quindi nessun rimpianto per la strada che si è scelta ” . E Davide Serritella, deputato torinese M5s, sottolinea che ” sarà una giornata storica per il Movimento”.

I due sfidanti: Russi e Sganga (ansa)

Unico dubbio? Non è chiaro a quanto ammonti la platea di potenziali votanti per quanto riguarda Torino. Il diritto di scegliere matura dopo sei mesi di iscrizione. Ieri si parlava di circa 2 mila iscritti, anche se poi Appendino in serata ha precisato che “gli iscritti sono votanti sono circa 1.500 ” . Qualche incognita c’è. Forse con i risultati che usciranno questa sera dopo le 22, quando si chiuderanno le urne digitali, si avranno dei riferimenti numerici in più.

Il viatico di Crimi

L’election day torinese è stato presentato dal reggente Vito Crimi, assieme al notaio Alfonso Colucci e all’ad di SkyVote Alfonso Di Sotto. Le votazioni saranno “certificate, segrete e sicure ” , sottolinea Crimi rimarcando come ” la democrazia diretta ” resti ” il cuore pulsante ” anche del M5S 2.0.

Andrea Russi “Pronto a continuare l’ottimo lavoro di Chiara per cambiare Torino”

Per la candidata Valentina Sganga “si chiude un percorso bellissimo e intenso, il cui ricordo – dice – mi accompagnerà ogni volta che, girovagando per la nostra Torino, vedrò con soddisfazione qualcosa che ha anche la mia firma. Ci ho sempre messo cuore, passione ed entusiasmo. Spero in un’ampia partecipazione, è una scelta importante, dobbiamo cercare di dare continuità alle cose fatte in questi anni ” . Lo sfidante Russi sottolinea che ” per la prima volta i nostri iscritti saranno chiamati a votare sulla nuova piattaforma e ad esercitare la democrazia diretta per esprimere una scelta molto importante per la nostra città, che nel periodo post pandemia avrà più che mai bisogno di nuove opportunità di lavoro e di attrarre investimenti in ambito economico. Al centro della mia azione politica metterò il lavoro, inteso sia come ripartenza industriale sia come elemento di diritto e dignità di ogni singolo “.

Lunedì l’ultima sfida

Lunedì sera i candidati si sono sfidati online di fronte a un’ottantina di attivisti. Cosa faranno al ballottaggio? Russi non vorrebbe appoggiare nessuno, Sganga dice ” no alla destra, ma è necessario che sia la base a decidere di dare il voto al centrosinistra ” . E su uno dei totem dei 5 Stelle, il ” no ” alla linea Torino- Lione, i due hanno la stessa posizione: ” Non sedersi ai tavoli e partecipare alle manifestazioni No Tav con la fascia tricolore”. – d.lo



Go to Source