Torna in Italia l’incunabolo del 1493 con cui Cristoforo Colombo annunciava la scoperta dell’America

Pubblicità
Pubblicità


Un incunabolo del 1493, con cui Cristoforo Colombo annuncia ai Reali di Spagna la scoperta del Nuovo Mondo al suo ritorno dalle Americhe, è tornato in Italia. La lettera, intitolata “de Insulis Indiae supera Gangem nuper inventis”, era stata trafugata dalla Biblioteca Nazionale Marciana di Venezia in epoca antecedente al 1988. L’importante documento, scritto in latino e di considerevole valore commerciale e storico-bibliografico, è stato ritrovato nelle mani di un collezionista di Dallas, che ha riconosciuto la sua provenienza illecita. Dopo le indagini e la confisca posta in essere dalla Procura di Philadelphia, il bene sarà restituito allo Stato italiano e alla Biblioteca Marciana. L’indagine è stata coordinata dalla Procura della Repubblica di Roma, ed è stata condotta dai Carabinieri dell’arte e dagli investigatori americani di H.S.I. (Homeland Security Investigation) con l’aiuto del Prof. Paul Swope Needham, curatore della sezione libri antichi della Biblioteca Universitaria di Princeton (USA).

video YouTube

Pubblicità

Pubblicità

Go to Source

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *