Tra fango e carri armati inceneriti: i soldati russi avanzano come in un film

Pubblicità
Pubblicità

Truppe russe delle repubbliche secessioniste combattono tra le case di un villaggio del Donbass. Sono immagini identiche a quelle degli scontri della seconda guerra mondiale, viste in film come “Salvate il soldato Ryan” o il “Nemico alle porte”. I soldati si gettano nel fango quando cadono le cannonate, poi si rialzano e camminano seguendo i mezzi corazzati. Ovunque ci sono veicoli distrutti: un cingolato sta bruciando, ci sono le carcasse di due carri armati inceneriti. Si sentono colpi singoli di fucile. L’unico elemento di modernità è il tablet impugnato da un soldato, che probabilmente viene usato come mappa del terreno o come terminale per le immagini dei droni: il resto è identico ai tempi dell’offensive sovietiche. Le immagini sono state girate nel villaggio di Volnovakha: l’ultimo baluardo ucraino che impedisce alle forze russe partite dal Donbass di congiungersi a quelle che da giorni assediano Mariupol, la città chiave sul mare di Azov.

SEGUI LA DIRETTA

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER QUOTIDIANA

Pubblicità

Pubblicità

Go to Source