Tragedia della funivia, Eitan deve tornare in Italia. La sentenza della corte israeliana

Pubblicità
Pubblicità

Eitan Biran deve tornare in Italia: è la decisione della giudice Iris Ilotovich-Segal del tribunale della famiglia di Tel Aviv. La sentenza è stata emessa oggi, nel rispetto delle tempistiche stabilite dalla Convenzione dell’Aia su minori sottratti.

“Il nonno ha allontanato il bambino dal suo luogo di residenza abituale” ha scritto la giudice, stabilendo quindi che il piccolo Eitan, unico sopravvissuto alla tragedia del Mottarone, dovrà tornare in Italia sotto la tutela della zia paterna Aya Biran.

Caso Eitan. Di qua i diritti, di là la tradizione. E Israele si scopre divisa sul nuovo giudizio di Salomone

Ancora non è chiaro se il bambino dovrà fare rientro immediatamente, o se l’esecutività della sentenza verrà sospesa in vista del ricorso che con ogni probabilità verrà presentato al Tribunale distrettuale di Tel Aviv dai legali di Shmuel Peleg, il nonno materno che l’11 settembre ha prelevato il nipotino dalla casa di Pavia, conducendolo in Israele all’insaputa della tutrice legale. 

Pubblicità

Pubblicità

Go to Source