201111257 a8142921 07ce 4e71 b0bd ba7a42013297

Tragedia della funivia Mottarone, le vittime: morti due fidanzati di Varese e una famiglia di Pavia di origine israeliana

La Republica News
Pubblicità
Pubblicità

201111257 a8142921 07ce 4e71 b0bd ba7a42013297

Ci sono anche sei lombardi tra le vittime dell’incidente della funivia al Mottarone. Le famiglie sono state avvisate in serata dopo gli accertamenti del caso. Nella lista a disposizione delle autorità ci sono una famiglia di tre persone residenti a Pavia (di origine israeliana): si tratta dei genitori e il loro bambino di due anni e della nonna (mamma del padre) venuta in Italia per trovare i parenti. I nomi:  Amit Biran, 30 anni, Tal Peleg, 27 anni (nati entrambi in Israele) e Tom Biran, 2 anni, nato a Pavia, abitanti in via Ca’ Bella. La nonna si chiama Tshak Cohen 83 anni. C’è inoltre una coppia di fidanzati di Varese, Silvia Malnati 27 anni, abitante in via Rovereto, e Alessandro Merlo, 29 anni, residente in via Pergine.

Il sesto nome è quello di Vittorio Zorloni, 55 anni, residente a Vedano Olona in via Matteotti. Le altre vittime sono di Diamante, in provincia di Cosenza (Serena Cosentino, 28 anni, e l’iraniano Mohammadreza Shahisavandi, 33 anni); due sono di Castel San Giovanni (Piacenza), Angelo Gasparro, 45 anni, e Roberta Pistolato, 40 anni.

Allo stato ci sono due vittime da identificare, e un ferito grave.

Tante le personalità che hanno espresso il loro cordoglio.  “Una notizia tremenda. Da varesino conosco bene quel bellissimo territorio che, nel tempo, ho spesso frequentato” ha detto il presidente della Regione Lombardia Attilio Fontana.”Attonito per quanto accaduto, esprimo il cordoglio e la vicinanza della Regione Lombardia alle famiglie delle vittime. Una preghiera per i bambini ricoverati in gravi condizioni”.

“Sono scioccata dalla tragedia della funivia Stresa-Mottarone. Esprimo cordoglio alle famiglie delle vittime e una preghiera per i bambini gravemente feriti.Doveroso e urgente accertare fatti e responsabilità” ha scritto su Twitter la vicepresidente della Regione Lombardia Letizia Moratti.

La funivia del Mottarone è strutturata in due tronconi, ciascuno con due cabine dalla portata di 35 persone. Il primo troncone della funivia parte a 205 metri sul livello del mare, in località Lido di Carciano, a Stresa, e raggiunge la località Alpino, dove si trova il Giardino botanico Alpinia. Il secondo parte agli 803 metri dell’Alpino e raggiunge un pianoro immediatamente sotto la vetta del Mottarone, posto a 1.385 metri. L’intero tragitto dura circa 20 minuti, con un panorama straordinario. Da questa posizione è possibile raggiungere i 1.491 metri della vetta a piedi o per mezzo di una seggiovia, che fu realizzata nel 2009.

L’impianto della funivia è stato completamente revisionato e sottoposto a manutenzione straordinaria tra il 2014 e il 2016. La funivia venne infatti chiusa nel 2014 e riaperta il 13 agosto 2016. La funivia è stata chiusa per alcuni mesi per le restrizioni dovute al Covid e poi riaperta recentemente: era rientrata in funzione lo scorso 24 aprile.



Go to Source