Trasporti, posti solo a scacchiera anche sui treni locali. “Deroghe per i parenti”

La Republica News

Oggi al Senato il ministro della Salute, Roberto Speranza, ribadirà: in tutti i treni, regionali, intercity, ad alta velocità, si dovrà viaggiare a scacchiera. Un metro di distanza tra passeggeri. E, quindi, le compagnie di viaggio – locali o Trenitalia che siano – dovranno mettere in vendita solo il 50 per cento dei biglietti disponibili.La lunga sessione del Comitato tecnico scientifico di ieri, a cui ha partecipato la ministra dei Trasporti Paola De Micheli, ha ribadito il concetto: è fortemente consigliabile non vendere ticket per poltrone “faccia a faccia”. La ministra, sulla difensiva dopo le critiche degli scorsi giorni, ha detto che le linee guida sul trasporto del 14 luglio non hanno mai dato autorizzazione al “tutto esaurito”. La forzatura è stata di Trenitalia. Ora, attraverso un Decreto della presidenza del Consiglio dei ministri, si rimetterà ordine a tutta la partita: si potrà viaggiare sui treni italiani solo guardandosi in diagonale.Politica


Go to Source

Commenti l'articolo

Rispondi