Treviso, body builder di 22 anni muore d’infarto alla fine degli allenamenti

Pubblicità
Pubblicità

Treviso – “Mi piace praticare il Body Building. Non mi rompete…”. Il culturismo era tutto per Samuel Carletti. Così scriveva sul suo profilo Facebook il 22enne trovato morto in macchina dopo che aveva da poco finito l’allenamento in palestra. Il body builder trevigiano sarebbe deceduto per cause naturali, sulla cui natura tuttavia bisognerà fare accertamenti. Il pubblico ministero che si occupa del caso, su cui indagano i carabinieri, ha disposto l’autopsia.

Il giovane è stato trovato cadavere dal padre, nella sua automobile parcheggiata di fronte a casa, con il motore ancora acceso. Carletti, residente a Volpago del Montello (Treviso), era uscito poche ore prima dalla palestra in cui si allenava tutti i giorni.  Rincasando, è stato colto dal malore che ha provocato la morte.

Per il medico legale si tratterebbe di un infarto. Sul corpo non c’erano segni di violenza . Carletti da sei anni frequentava una palestra di Treviso e, secondo i conoscenti, non avrebbe mai assunto sostanze che non fossero legali. Diplomato in una scuola tecnica (l’Itis Fermi di Treviso) e disoccupato – era stato licenziato da poco –  aveva contratto il Covid cinque mesi fa.

Pubblicità

Pubblicità

Go to Source