Truffa sul reddito di cittadinanza, i video della festa con centinaia di banconote dopo gli incassi con i falsi nomi | L’articolo

Pubblicità
Pubblicità

di Sandro De Riccardis e Luca De Vito

Risulta senza fissa dimora eppure appare nei video sul suo profilo Tik Tok piena di soldi. Banconote da cinquanta e cento euro che Izabela Stelica, romena di 31 anni, sfoggia on line al ritmo di canzoni arabe e colonne sonore gipsy. La donna è una della sedici persone arrestate dalla Guardia di finanza di Cremona che, coordinata dalla procura di Milano, ha sventato una truffa da sessanta milioni di euro sul Reddito di cittadinanza. Utilizzando un Centro di assistenza fiscale e due patronati di Milano, gestiti da un italiano, il gruppo di romeni ha presentato migliaia di richieste di Reddito di cittadinanza utilizzando nomi di cittadini romeni, tra cui anche di una donna deceduta. “Un fenomeno criminale organico e unitario – ha scritto il gip – con numerose domande inoltrate all’Inps di Milano, in cui i soggetti dichiaravano falsamente di risiedere in Milano”. Su Tik Tok anche un video di una bambina romena, parente di uno degli arrestati, che gioca con un’enorme mazzetta di denaro.

Pubblicità

Pubblicità

Go to Source