Tuchel bacchetta Lukaku: ”Parole infelici”. E la Curva interista non lo perdona

Pubblicità
Pubblicità

“L’intervista di Lukaku non mi piace e non ci aiuta, perché scatena voci di cui non avevamo bisogno. Ne discuteremo, ma lo faremo all’interno dello spogliatoio”. Non sono affatto piaciute a Thomas Tuchel, tecnico del Chelsea, le parole dell’attaccante belga che, in un’intervista a Sky Sport, si è scusato con i tifosi dell’Inter per l’addio di quest’estate ai nerazzurri, promettendo in futuro un ritorno a Milano e lasciando di fatto intendere come la terza avventura con i Blues non sia partita nel migliore dei modi.

Lukaku: “Chiedo scusa ai tifosi dell’Inter, un giorno spero di tornare”

“Sono sorpreso, qui è felice”

“In realtà sono anche sorpreso, non mi sembra di vederlo in difficoltà durante la settimana o infelice – aggiunge Tuchel -. Discuteremo della cosa ma lo faremo tra di noi e non sicuramente davanti alle telecamere. Bisogna capire perché ha detto queste cose e cosa c’è dietro, ma è molto semplice prendere dichiarazioni fuori dal contesto e fare titoli”, ha aggiunto il tecnico tedesco dei campioni d’Europa. “Se sei un giocatore così importante come Romelu – conclude -, sei sempre sotto i riflettori: dovrebbe sapere che tipo reazioni provocano parole come queste. A maggior ragione in un periodo in cui non si vince con continuità”.

Premier: il Brighton frena il Chelsea, il Manchester City vince e vola a +8

Gelo con Tuchel

Dopo un ottimo avvio di stagione con quattro partite consecutive a segno, ora tra Lukaku e Tuchel sembra essersi rotto qualcosa: a fine ottobre “Big Rom” aveva rimediato una distorsione alla caviglia nel match di Champions contro il Malmo e dal suo rientro ha fatto fatica a trovare spazio con continuità. A metà dicembre ci si è messa anche la positività Covid. I numeri raccontano tutte le difficoltà: appena 5 reti in Premier, con i Blues scivolati attualmente a -8 dal City capolista. Un super investimento (Abramovich sborsò 115 milioni per riportarlo per la terza volta a Londra) finora non ripagato.

La Curva Nord non perdona

Intanto il “mea culpa” di Lukaku non sembra essere stato apprezzato dai tifosi interisti, evidentemente ancora feriti per l’addio del belga. In tal senso la Curva Nord nerazzurra ha appeso uno striscione nei pressi dello stadio San Siro abbastanza diretto, che non lascia margini ad una possibile ricucitura dello strappo: “Non conta chi con la pioggia scappa, conta chi nella tempesta resta!!! Ciao Romelu”. Insomma, per gli ultras Lukaku è già il passato.

Pubblicità

Pubblicità

Go to Source