184236014 59b63d71 d89f 4d12 9bcb f4366b69df17

Tutta Italia tranne la Valle d’Aosta in bianco dal 21 giugno

La Republica News
Pubblicità
Pubblicità

184236014 59b63d71 d89f 4d12 9bcb f4366b69df17

Tutta Italia tranne la Valle d’Aosta in bianco dal 21 giugno. I dati dei contagi di oggi, a un giorno dalla chiusura della settimana che sarà valutata venerdì dalla Cabina di regia, raccontano di una riduzione importante dell’incidenza in tutte le Regioni. E così da dopodomani potrebbero avere numeri da bianco anche Sicilia, Marche, Toscana, Provincia di Bolzano, Calabria, Basilicata e Campania. Dopo tre settimane, e cioè il 28, in base alle regole dettate dai decreti del governo potranno tutte entrare nello scenario con meno restrizioni.

In zona bianca ci sono già Molise, Friuli Venezia Giulia e Sardegna e sono già noti i tempi dei passaggi degli altri. Lunedì prossimo, il 7 giugno, toccherà a Liguria, Umbria, Veneto e Abruzzo. Il 14 sarà la volta di Provincia di Trento, Lombardia, Lazio, Piemonte, Puglia e Emilia-Romagna. Dopo i passaggi del 21, molto probabilmente il 28 toccherà alla Valle d’Aosta.

Il 21 giugno sarà anche il giorno in cui il coprifuoco (che il 7 passerà a mezzanotte) verrà comunque tolto da tutta Italia. Non saranno moltissime a quel punto le differenze tra zona bianca e zona gialla. Fino al primo luglio in realtà in giallo restavano chiuse piscine e impianti sportivi al coperto, oltre a sale giochi e centri benessere. Il bianco anticipa la ripartenza di queste attività. Non è ancora noto se in quel colore si potrà mangiare al ristorante in più di quattro, tema sul quale sono divisi i ministeri alla Salute e agli Affari regionali e sarà risolto in questi giorni.



Go to Source