Twitter non si piega a Trump: “Continueremo a segnalare le news errate sulle elezioni”

La Republica News

ROMA – Jack Dorsey, Ceo di Twitter, non si piega alle pressioni del presidente americano Donald Trump che ha accusato – non certo per la prima volta – i grandi dell’hi-tech di fare tutto quanto in loro potere per censurare le elezioni del 2020 e ha annunciato una stretta sui social network con un decreto specifico atteso per oggi. “Continueremo a segnalare informazioni errate o contestate sulle elezioni a livello globale”, ha scritto Jack Dorsey, in tre tweet in cui interviene sulla vicenda. Twitter aveva corretto due post del presidente Usa in merito al rischio di brogli nel voto via posta in California.Fact check: there is someone ultimately accountable for our actions as a company, and that’s me. Please leave our employees out of this. We’ll continue to point out incorrect or disputed information about elections globally. And we will admit to and own any mistakes we make.— jack (@jack) May 28, 2020I tweet di Trump “potrebbero indurre le persone a pensare erroneamente che non è necessario registrarsi per ottenere una scheda elettorale”, scrive Dorsey spiegando l’intervento del microblog.Esteri

Go to Source

Commenti l'articolo

Rispondi