Ucraina, la Russia muove 30 navi da guerra nel mar Nero: “Esercitazione su larga scala”

Pubblicità
Pubblicità

Un’esercitazione su larga scala, che coinvolge più di 30 navi della marina russa, è iniziata nel Mar Nero. Lo ha reso noto oggi il servizio stampa della flotta del Mar Nero. “Oltre 30 navi da guerra di varie classi della flotta del Mar Nero e di altre flotte svolgeranno missioni come parte di forze armate, gruppi offensivi navali e unità di navi da sbarco”, ha affermato il servizio stampa in una nota. Un nuovo segnale di tensione alla vigilia del vertice telefonico Putin-Biden.

“Le formazioni navali e le unità delle truppe costiere, così come l’aviazione navale, effettueranno il lancio di missili e artiglieria, nonchè eseguiranno attacchi missilistici e bombe su bersagli marittimi, costieri e aerei in varie fasi dell’esercitazione. L’obiettivo dell’esercitazione – è scritto nella nota – è difendere la costa della penisola di Crimea, le basi di forze e truppe, nonchè le infrastrutture economiche del Paese, le comunicazioni navali e le aree di attività economica marittima dalle minacce militari del nemico immaginario”.

Ucraina, vertice telefonico tra i leader occidentali: “L’invasione russa potrebbe avvenire in qualsiasi momento”

Le navi hanno lasciato le basi di Sebastopoli e Novorossijsk nella fase iniziale “dopo aver viaggiato in aree designate”. Il comandante della flotta del Mar Nero Igor Osipov supervisiona le manovre. L’esercitazione coinvolge fregate, corvette, piccole navi missilistiche e navi missilistiche, navi da sbarco, cacciatorpediniere e navi contromisure.

Pubblicità

Pubblicità

Go to Source