Ucraina – Russia, le news dalla guerra oggi. Nuovi bombardamenti su Kharkiv

Pubblicità
Pubblicità

Nessun cenno di tregua: in Ucraina si continua a combattere mentre la via della diplomazia e del dialogo in questo momento non sembra avere alcuna via d’uscita. Nella notte Kharkiv ha subito infatti un nuovo bombardamento, mentre il vice ambasciatore russo all’Onu ha usato toni sprezzanti: “Le proposte di trattativa ucraina non sono serie, sono ridicole”

Sindaco di Kharkiv: nuovo bombardamento russo sulla città

Le forze armate russe hanno bombardato Kharkiv e colpito in particolare il distretto di Slobid. Lo rende noto su telegram il sindaco della città Ihor Terekhov. Lo riporta Ukrainska Pravda. “I soccorritori sono già sul luogo – ha spiegato – finora non ci sono informazioni in merito a vittime e spero che sia così”.

Vice ambasciatore russo all’Onu: “Proposte ucraine sono ridicole”

“L’Ucraina non è pronta a trattative serie e le proposte che ha avanzato sono ridicole”. Lo afferma il vice ambasciatore russo all’Onu, Dmitry Polyansky. “Sulle trattative di pace l’Ucraina non sta mostrando alcun atteggiamento responsabile”.

Si dimette direttrice di Amnesty ucraina dopo rapporto contro l’esercito

Oksana Pokalchuk, direttrice di Amnesty International Ucraina, ha annunciato le sue dimissioni dall’organizzazione a causa del rapporto che critica l’esercito ucraino per aver messo a rischio la vita dei civili utilizzando strutture civili come le scuole durante il conflitto. In una dichiarazione su Facebook, Pokalchuk ha affermato di aver cercato di dissuadere l’organizzazione dal pubblicare il rapporto così come è stato pubblicato.

“Questa è un’altra perdita che la guerra mi ha procurato”. Tutto si è schiantato contro il muro della burocrazia e di una sorda barriera linguistica – si legge nel post – Se non vivi in un Paese occupato da invasori che lo stanno facendo a pezzi, probabilmente non capisci cosa significhi condannare un esercito di difensori”.

“Dall’inizio dell’aggressione su larga scala, non abbiamo smesso di sottolineare le violazioni dei diritti umani e del diritto umanitario internazionale commesse dalla Russia, il Paese aggressore – assicura ancora la direttrice dimissionaria – Documentiamo accuratamente queste violazioni, che costituiranno la base di numerosi procedimenti legali e contribuiranno ad assicurare i responsabili alla giustizia”.
 

Lettonia: stop a visti d’ingresso per cittadini russi

L’ambasciata di Lettonia a Mosca ha sospeso per un periodo indeterminato l’emissione di visti d’ingresso per cittadini russi. Eccezioni sono previste solo per la partecipazione ai funerali di familiari. Dopo l’inizio dell’invasione russa dell’Ucraina, la Lettonia aveva optato per la concessione del visto a cittadini russi solo per motivi umanitari.

Pubblicità

Pubblicità

Go to Source