Ucraina – Russia, le news dalla guerra oggi. Offensiva russa nel Donetsk, Zelensky: “Prepariamo potente contromisura”

Pubblicità
Pubblicità

La guerra “finirà quando avremo raggiunto la vittoria o quando la Federazione russa deciderà di farlo”. E’ quanto afferma Volodymyr Zelensky in un’intervista al New York Times. “Potrebbe accadere che decidano di mettere fine alla guerra solo se sentiranno di essere deboli, di essere isolati e di non avere partner. Dobbiamo avere fede che questo finirà nei prossimi mesi”, ha detto il presidente ucraino. Quanto alle minacce nucleari di Vladimir Putin, per Zelensky il presidente russo “è molto dipendente dal popolo russo e vuole rimanere vivo”. Per questo, “non credo che userà armi nucleari”.

Nel consueto videomessaggio notturno alla nazione, il presidente ucraino ha invece annunciato una “potente” contromisura alle operazioni offensive russe nel Donetsk e in altre regioni. “Stiamo analizzando le intenzioni degli occupanti e stiamo preparando una contromisura ancora più potente di adesso”. Le truppe russe stanno avanzando a Sud-Ovest della strategica città di Bakhmut, epicentro di una feroce battaglia in corso nell’Oblast orientale di Donetsk, e stanno cercando di prendere slancio nel Lugansk, l’altra regione del Donbass in parte in mano ai separatisti filorussi, dove l’esercito ucraino ha già liberato 13 città.

Secondo Zelensky, al fronte i “problemi” principali si registrano, oltre che in Donetsk e Lugansk, nelle regioni di Kharkiv, Zaporizhzhia, Kherson e Crimea. “Abbiamo preso in considerazione la questione dell’approvvigionamento militare e la fornitura di nuove attrezzature e munizioni”, ha spiegato il presidente ucraino, “stiamo anche preparando nuove soluzioni per prevenire ogni possibilità per la Russia di manipolare la vita interna dell’Ucraina. Forniremo dettagli a tempo debito”, riferimento quest’ultimo ai problemi di alimentazione energetica causati dagli attacchi russi alle infrastrutture.


La guerra in Ucraina, le tensioni globali: cosa c’è da sapere


Le notizie in diretta dal conflitto Ucraina-Russia

Usa valutano se intensificare addestramento dei militari di Kiev

Gli Stati Uniti sta valutando la possibilità di intensificare le attività di addestramento delle forze armate ucraine, nel quadro della guerra con la Russia. Fonti anonime informate dei fatti hanno riferito a Cnn che Washington sta anche considerando la possibilità di addestrare fino a 2.500 militari ucraini al mese in una base militare Usa in Germania. Si tratta di uno sviluppo significativo, dal momento che dall’inizio della guerra, lo scorso febbraio, gli Stati Uniti hanno addestrato solo qualche migliaio di soldati ucraini, concentrandosi soprattutto sulla necessità di insegnar loro a utilizzare specifici sistemi d’arma. Il nuovo modello di addestramento sarebbe invece più ampio, e andrebbe a includere tattiche di combattimento e manovre di fanteria con il sostegno dell’artiglieria. Secondo le fonti, sarebbe un approccio “molto più intenso e omnicomprensivo” rispetto a quello utilizzato finora in Polonia e nel Regno Unito. L’amministrazione del presidente Joe Biden sta ancora valutando questa possibilità.

Zelensky: “Grazie alla Germania per aver riconosciuto l’Holomodor come genocidio”

“La Germania ha riconosciuto l’Holodomor del 1932-1933 come un genocidio. Ringrazio i membri del Bundestag per questa decisione storica. La verità vince sempre”. Lo ha scritto su Twitter il presidente ucraino Volodimir Zelensky.

Pubblicità

Pubblicità

Go to Source