Ucraina – Russia, le news dalla guerra oggi. Zelensky: “Libereremo anche il Donbass e la Crimea”. Medvedev: “Non abbiamo ancora usato tutto l’arsenale, c’è tempo”

Pubblicità
Pubblicità

“Non dimentichiamo nessuno, non lasceremo nessuno indietro”, ha assicurato il presidente Zelensky, promettendo che dopo Kherson, anche il Donbass e la Crimea verranno liberati.
Mosca intanto ha nominato la città di Genichesk capitale amministrativa temporanea della regione di Kherson, che, come affermato dal Cremlino, continua ad essere ritenuto “territorio russo” malgrado il ritiro. Mentre l’ex presidente Dmitri Medvedev minaccia: “Continueremo a riprenderci i territori russi. Per ovvie ragioni, non abbiamo ancora utilizzato tutto il nostro arsenale di possibili armi di distruzione”, ma “tutto ha il suo tempo”.

Il capo dell’amministrazione regionale di Kherson, Yaroslav Yanushevich, ha annunciato intanto l’introduzione del coprifuoco dalle 17 alle 8 nella città liberata dalla forze armate russe. Una decisione presa “per garantire la sicurezza delle vostre vite”, viene spiegato.


La guerra in Ucraina, le tensioni globali: cosa c’è da sapere


Le notizie in diretta dal conflitto Ucraina-Russia

Deputato Kiev: elezioni Russia e Usa occasione di pace

“La campagna elettorale che inizia sia negli Stati Uniti sia in Russia, dove le elezioni presidenziali si terranno entrambe nel 2024, potrebbe essere un fattore scatenante per i colloqui di pace”. Lo ha detto – come riporta il Kiev Indepenent – Davyd Arakhamia, deputato ucraino del partito “Servitore del popolo” fondato dal presidente Volodymyr Zelensky. “Non credo che Putin sia in grado di dimostrare alcun successo militare, quindi potrebbero cercare in qualche modo di dimostrare qualcosa alla loro gente sul fronte diplomatico”, ha aggiunto.

(reuters)

Depardieu chiude centro di produzione in Russia

L’attore francese Gerard Depardieu ha deciso di chiudere il suo centro di produzione “PC Railway” in Russia. Secondo quanto riportato dai media russi, la decisione non è legata alla guerra in Ucraina ma alla “mancanza di attività”. Depardieu, cittadino russo dal 2013, era impegnato in un film sul reparto dell’aeronautica militare francese “Normandie-Nieman”, che doveva essere girato nella regione di Kaliningrad come una produzione russo-francese, ma dopo l’invasione dell’Ucraina la parte francese si è ritirata dal progetto.

Razzi su villaggio vicino a Kherson, due donne morte

Il villaggio di Hornostaivka, sulla riva sinistra del Dnipro e occupato dai russi, è stato bombardato da Mosca con razzi Grad per convincere i residenti ad evacuare. Lo riferisce – come riporta il Kiev Independent – il governatore dell’Oblast di Kherson, Yaroslav Yanhushevych, aggiungendo che nell’attacco due donne sono state uccise e sei case sono state distrutte.
“Con questi metodi – ha scritto Yanhushevych su Telegram – i russi stanno cercando di fare pressione sui residenti di Hornostaivka in una cosiddetta ‘evacuazione’. Gli stessi soldati russi sono costretti a nascondersi nelle cantine con i residenti”.

(reuters)

Kiev a Kherson coprifuoco per motivi di sicurezza

Il capo dell’amministrazione regionale di Kherson, Yaroslav Yanushevich, ha annunciato l’introduzione del coprifuoco dalle 17 alle 8 nella città liberata dalla forze armate russe. Una decisione presa “per garantire la sicurezza delle vostre vite”, viene spiegato. Allo stesso tempo le possibilità di ingresso e uscita dalla città saranno “limitate” fino a quando “non verranno prese le misure di sminamento”.

(reuters)

Il 13 novembre blackout programmati a Kiev e in 8 regioni

L’operatore energetico ucraino Ukrenergo ha annunciato che ci saranno interruzioni di corrente elettrica programmate a Kiev e in 8 regioni del Paese.
Lo riporta l’Ukrainska Pravda. “Il 13 novembre, dalle 00:00 alle 24:00, interruzioni programmate saranno operative a Kiev e nelle regioni di Kiev, Chernihiv, Cherkasy, Zhytomyr, Sumy, Kharkiv, Poltava e Donetsk. Non sono previste in altre regioni dell’Ucraina”, ha riferito Ukrenergo.

Pubblicità

Pubblicità

Go to Source