Ucraina – Russia, le news dalla guerra oggi. Zelensky: “Stiamo vincendo, l’importante è superare questo inverno”

Pubblicità
Pubblicità

Il problema più urgente per l’Ucraina, oggi, sono gli attacchi russi alle infrastrutture energetiche e la minaccia di blackout e “il mondo intero dovrebbe essere a conoscenza di questo problema, nonché di ciò di cui l’Ucraina ha bisogno per garantire normali condizioni di vita alla popolazione civile”. Lo ha dichiarato il presidente ucraino Volodymyr Zelensky incontrando la vincitrice dell’Eurovision Song Contest 2016 Jamala, che si recherà negli Stati Uniti, dove parteciperà a eventi culturali e incontrerà alti funzionari americani. “Per noi è importante superare questo inverno. Siamo in grado di vincere e stiamo vincendo”, ha spiegato il presidente, “gli Stati Uniti sono leader nel sostenere l’Ucraina e senza il loro aiuto, di cui continuiamo a aver bisogno, sarebbe molto difficile per noi”. E dagli Usa un alto funzionario ha riferito alla Reuters che la famosa ‘linea rossa’ creata tra le forze armate americane e quelle della Russia all’inizio della guerra di Mosca contro l’Ucraina è stata utilizzata solo una volta. E’ stata Washington, ha aggiunto la fonte, a usare il telefono rosso per “avviare una descalation”. Non è chiaro quale sia stato l’episodio che ha fatto scattare l’allarme, il funzionario ha tuttavia escluso che sia stato la caduta di un missile in Polonia il 15 novembre. Più probabile, riferiscono altre fonti, siano state le operazioni delle forze russe contro infrastrutture critiche come la centrale nucleare di Zaporizhzhia.


La guerra in Ucraina, le tensioni globali: cosa c’è da sapere


Le notizie in diretta dal conflitto Ucraina-Russia

Kadyrov risponde al Papa: “Noi crudeli? E l’Inquisizione? Un musulmano non inizia una battaglia senza un’offerta di pace”

Kadyrov, “Papa non conosce atteggiamento musulmani” = (AGI) – Roma, 29 nov. – “E’ un peccato che una personalità religiosa di fama mondiale non conosca l’atteggiamento dei musulmani nei confronti del nemico”. La reazione del leader ceceno Ramzan Kadyrov che risponde alle dichiarazioni di papa Francesco, che parlando alla rivista dei gesuiti “America” ha denunciato che “i più crudeli” nell’esercito russo in Ucraina come “i ceceni e i buriati”. Kadyrov contesta al Pontefice di non essere a conoscenza dell’atteggiamento dei musulmani nei confronti del nemico. “Potrei ricordare con disprezzo l’Inquisizione, le Crociate, o anche menzionare…le recenti esecuzioni di soldati russi disarmati, ma preferirei raccontarvi da cosa è guidato ogni ceceno, sia in guerra che nella vita civile. Questo è l’Islam, Sì. Noi non cominciamo mai una battaglia senza un’offerta di pace, come dice il profeta Maometto. E lo abbiamo fatto sin dall’inizio di questa ‘operazione speciale’, probabilmente decine di volte”.

Pubblicità

Pubblicità

Go to Source