Ucraina – Russia, le news di oggi dalla guerra. Pentagono, “Serie preoccupazioni per jet dalla Polonia”. “Rischio di imminente default per la Russia” per Fitch

Pubblicità
Pubblicità

NEl 14esimo giorno di guerra in Ucraina, Zelensky si è rivolto al Parlamento britannico: “Non ci arrenderemo come voi non vi siete arresi ai nazisti”. Allarme dell’Aiea: “Perso il contatto con gli strumenti di controllo a Chernobyl”. L’Italia valuta restrizioni all’export delle materie prime. La Bbc torna in Russia e riprende le trasmissioni in inglese. La Polonia cede i suoi Mig agli Stati Uniti, che a questo punto potrebbero destinarli all’Ucraina. Dopo McDonald’s anche la Coca Cola sospende la sue attività in Russia.


Iscriviti alla newsletter quotidiana gratuita sul conflitto | Cronologia della guerra

DOSSIER: IL CONFLITTO | SENTIERI DI GUERRA | PODCAST: LA GIORNATA

 

 

00.30 Il Pentagono, “Serie preoccupazioni per i jet dalla Polonia”

Il Pentagono sembra respingere l’offerta della Polonia di mettere a disposizione degli Stati Uniti i suoi jet da combattimento MiG-29 in una base in Germania, in risposta alla richiesta di jet da combattimento dell’Ucraina, definendo l’offerta non “sostenibile”. Il portavoce del Pentagono John Kirby, in una dichiarazione, ha detto che la prospettiva di jet che partono da una base degli Stati Uniti e della Nato in Germania “per volare in uno spazio aereo che e’ contestato con la Russia sull’Ucraina solleva serie preoccupazioni per l’intera alleanza della Nato”. “Continueremo a consultarci con la Polonia e gli altri nostri alleati della Nato su questo problema e le difficili sfide logistiche che presenta, ma non crediamo che la proposta della Polonia sia una proposta sostenibile”, ha aggiunto Kirby”.

00.01 Ucraina: Fitch, rischio di imminente default per la Russia

 Fitch ha declassato il rating della Federazione Russa da `B’ a `C’ a causa degli effetti sanzionatori per l’invasione dell’Ucraina, sottolineando in una nota il rischio “di un imminente default” del debito.

Pubblicità

Pubblicità

Go to Source