Ucraina-Russia, le news di oggi. La crisi precipita dopo le mosse di Putin. Zelenskij: “Non cederemo niente a nessuno”

Pubblicità
Pubblicità

La decisione del presidente russo Vladimir Putin di riconoscere l’indipendenza del Donbass e di Lugansk ha impresso un’accelerazione alla crisi ucraina. Immediata la reazione delle cancellerie occidentali che hanno condannato la mossa del capo del Cremlino come una aperta violazione degli impegni assunti da Mosca con gli accordi di Minsk e una violazione della sovranità e dell’integrità territoriale dell’Ucraina. E gli Stati Uniti hanno varato sanzioni economiche contro i due territori. Nel decreto con cui ha riconosciuto le due regioni separatiste, Putin ha ordinato alle sue forze armate di “assicurare la pace” in Donbass e Lugansk. E nella notte testimoni oculari hanno riferito di aver visto colonne di blindati russi a Donetsk. Diversi Paesi, a cominciare dall’Ucraina, hanno chiesto una riunione urgente del Consiglio di sicurezza dell’Onu. E la riunione è stata convocata per le 3 ora italiana.

01.41 La Borsa di Tokyo apre in calo del 2%

L’indice Nikkei della Borsa di Tokyo ha aperto in calo del 2% a causa dell’acuirsi della crisi tra Russia e Ucraina.

01.30 Zelenskij: “Non cederemo niente a nessuno”

“Siamo dedicati a un percorso pacifico e diplomatico, siamo sulla nostra terra. Non abbiamo paura di niente e di nessuno, non dobbiamo niente a nessuno, non cederemo niente a nessuno”, ha detto Zelenskij in un discorso pronunciato dopo consultazioni urgenti con i leader mondiali durante il quale ha affermato anche che “i confini internazionali ucraini non cambiano”. Il presidente ucraino ha quindi definito il passo del Cremlino “una violazione della sovranità e dell’integrità territoriale” del suo Paese e ha detto che “la responsabilità delle consguenze” di tale passo “ricadrà su Mosca”.

01.06 Zelenskij: l’Ucraina si aspetta passi concreti dai suoi alleati

Secondo il presidente ucraino Putin ha semplicemente ufficializzato una situazione di fatto, visto che le truppe russe sono in Donbass dal 2014. Zelenskij ha poi detto di attendersi passi concreti ed efficaci dai partner e che Kiev vuole la pace, quindi persegue una soluzione politica e diplomatica della crisi.

00.31 Riunione del Consiglio di sicurezza alle 3 italiane

Fonti diplomatiche dell’Onu confermano che la riunione urgente del Consiglio di Sicurezza sull’Ucraina si terrà questa sera alle 21 ora locale, le 3 del mattino italiane. L’ambasciatore ucraino all’Onu Sergiy Kyslytsya ha chiesto la presenza di un rappresentante di Kiev alla riunione, alla quale a suo avviso dovrebbero partecipare anche il segretario generale dell’Onu Antonio Guterres e un rappresentante dell’Osce. La Russia, che attualmente detiene la presidenza di turno del Consiglio, voleva che fosse a porte chiuse , ma gli Stati Uniti hanno insistito che la riunione fosse pubblica.

Molinari: “Putin riscrive la storia e spacca l’Ucraina”

00.25 Il personale dell’ambasciata Usa lascia l’Ucraina

Il personale dell’ambasciata statunitense a Kiev ha avuto l’ordine di abbandonare l’Ucraina. I funzionari che si erano trasferiti a Leopoli nei giorni scorsi “si stanno spostando in Polonia”, riferisce su Twitter un giornalista di Bloomberg.

Pubblicità

Pubblicità

Go to Source