Ucraina – Russia, nuovo round di sanzioni contro Mosca. Manca l’intesa su Swift. Borrell: “Putin sanzionato come Assad e Lukashenko”

Pubblicità
Pubblicità

MILANO –  I Paesi europei mettono in campo una nuova raffica di sanzioni contro la Russia. “Oggi abbiamo inserito il presidente Putin e il ministro degli Esteri Lavrov” tra le persone sanzionate dall’Unione europea “assieme agli altri membri della Duma che hanno sostenuto l’aggressione. Questo è un passo molto importante, i soli leader mondiali sanzionati dall’Ue sono: Assad, Lukashenko e ora Putin”, ha annunciato l’Alto rappresentante Ue per la Politica estera, Josep Borrell, nella conferenza stampa al termine del Consiglio Ue Affari esteri. “Stiamo limitando il flusso finanziario dall’Ue verso la Russia”: le sanzioni “colpiranno il 70% del sistema bancario russo”, ha aggiunto Borrell che ha però spiegato che i Paesi non hanno trovato un’intesa sullo stop al sistema Swift per la Russia.  L’esclusione della Russia dal sistema Swift “è stata presa in considerazione e per il momento non c’è l’unanimità necessaria, quindi non è nel pacchetto ma non è esclusa, è una possibilità da mantenere per future considerazioni”, ha detto.

Franco: “Stop a Swift un problema per il pagamento del gas”

Sul punto si è espresso anche il ministro dell’economia italiano Daniele Franco: Un’eventuale esclusione della Russia dal sistema di pagamenti Swift -ha deto – creerebbe un “problema”  rispetto al pagamento delle forniture di gas destinate all’Italia e ad altri Paesi Ue.

La situazione della guerra tra Ucraina e Russia: cosa è successo oggi

Borrell: “Eroica resistenza delle forze di Kiev”

Borrel ha anche espresso parole di apprezzamento per la resistenza dlele forze ucraine.   Nel “terzo incontro” dei ministri degli Esteri Ue in una settimana, “il ministro degli Esteri ucraino Dmytro Kuleba era con noi e ci ha offerto un racconto di quello che succede sul terreno e del comportamento delle forze russe. E dell’eroica resistenza delle forze ucraine, che possono essere certamente definite combattenti per la libertà dell’Ucraina”, ha detto Borrell. “Non insisterò mai abbastanza sulla gravità della situazione: un Paese è stato invaso da un altro Paese che ha la bomba atomica e minaccia di usarla contro chi interferisce”, conclude.

La battaglia

Cresce la resistenza ucraina, i russi schierano altre truppe

Pubblicità

Pubblicità

Go to Source