Ucraina, troupe del Tg2 con l’inviato Zellino fermata dai militari sulla strada per Cortkiv: rilasciati dopo un’ora

Pubblicità
Pubblicità

Uno stop di un’ora, telefonini e documenti passati al setaccio, quindi il rilascio. Una troupe del Tg2 è stata fermata dai militari ucraini sulla strada M19 che porta a Cortkiv, nell’Ovest del Paese. Lo hanno riferito fonti del telegiornale Rai, precisando che al giornalista pugliese Leonardo Zellino e al cameramen Maurizio Calaiò sono stati sequestrati cellulari e carte.

I soldati ucraini hanno visionato filmati, foto e contatti sugli smartphone, per verificare che fossero davvero gionalisti impegnati in un reportage di guerra. Il timore delle forze di Kiev è che i militari russi riescano a infiltrarsi nelle file nemiche camuffandosi da reporter stranieri o lavoratori ucraini.

Dopo un’ora, secondo quanto riferito dalle stesse fonti, la troupe è stata rilasciata e ha potuto proseguire il suo viaggio verso Kiev. Il giornalista pugliese, venerdì 25 febbraio, aveva realizzato il primo servizio dall’Ucraina a Cernivci, città da 30mmila abitanti poco distante dal confine con la Romania e a 540 chilometri a sud-ovest della capitale.

Pubblicità

Pubblicità

Go to Source