Ue, Draghi: “Sull’energia previsti interventi immediati”

Pubblicità
Pubblicità

Sull’energia “siamo stati espliciti con la necessità di preparare subito uno stoccaggio integrato con le scorte strategiche. Dobbiamo proteggere tutti i Paesi dell’Ue in egual misura”. Lo dice Mario Draghi in conferenza stampa dopo il Consiglio Ue a Bruxelles. “Nel lungo periodo è sulla strategia delle rinnovabili che bisogna puntare – aggiunto – Ma se i prezzi del gas salgono, si pone un problema anche di finanziare questo percorso. Ed è difficile rinunciare al gas immediatamente per molti Paesi”. Dunque, per il premier “il punto di arrivo è chiaro che non può che essere le rinnovabili”.

Bruxelles, al via il Consiglio europeo. Orbán: “Sanzioni Ue alla Polonia ridicole”

Il presidente del Consiglio ha anche affrontato la questione della Polonia e della sentenza della Corte suprema di Varsavia secondo cui l’Unione europea non ha voce in capitolo sulla giustizi polacca e non può interferire su alcuni aspetti della vita nel Paese.  Sulla Polonia, ha spiegato Draghi, “non ci sono alternative, le regole sono chiare. Non è stata messa in discussione la legge secondaria dell’Unione, ma la legge primaria, il trattato. Ma è chiaro che bisogna mantenere aperta la via del dialogo”.

L’Ue litiga su Varsavia, Merkel in campo per l’ultima mediazione

Pubblicità

Pubblicità

Go to Source