Ultraottantenne trova l’amore (30 anni) a Cortina, un inquietante raggiro: come le spilla oltre 300mila euro

Libero Quotidiano News

Sullo stesso argomento:

22 settembre 2020

Pensava fosse amore ed invece era una truffa. Cinque persone sono state denunciate dalla polizia locale di Milano per riciclaggio e circonvenzione di incapace ai danni di una donna ultraottantenne e sono stati sequestrati beni e denaro per 328mila euro. La storia inizia a Cortina, ” lei elegante signora benestante, super introdotta nella alta società, una vera sciura milanese in vacanza. Qui  quando incontra nella “perla delle Dolomiti” fa la conoscenza di D.N. un trentenne simpatico, loquace che attrae subito la sua simpatia. Non è un rendevouz casuale D.N. ha adocchiato la signora e così cominciano le galanterie che proseguono anche a Milano. Il baldo giovane, nullafacente, diventa un fac totum, l’accompagna ovunque e le presenta, anche un suo amico coetaneo L.V.

E qui che per qualche momento di compagnia cominciano i regali: Rolex, gioielli di Bulgari e Cartier, abiti Dior e dispositivi tecnologici di ultimissima generazione. Un “pacchetto regalo” valutato in oltre 150mila euro. Le indagini condotte dall’unità Radiomobile – Squadra Interventi Speciali, coordinate dal pm Marina Petruzzella, hanno dimostrato che a beneficiare della generosità dell’anziana era anche l’amico.
Come se non  bastasse, l’uomo è riuscito perfino a farsi donare 120mila euro con un regolare atto firmato dinanzi a una notaia. Il 30enne prelevava dal bancomat della donna ogni giorno, usando i soldi per fare shopping, andare in discoteca e in locali di lap dance, in ristoranti di classe, in alberghi di lusso con altre persone. Nell’arco di un anno e mezzo ha distrutto il patrimonio della sua vittima, portandole via anche i gioielli di famiglia che indossava da sempre. 
La famiglia ha cominciato subito a vedere del marcio. I famigliari dell’anziana presentano così denuncia in procura, dando il via a un’indagine che è riuscita a risalire ai flussi di denaro e ai loro destinatari.  Il pm Petruzzella ha emesso un provvedimento di sequestro per congelare i 175mila euro presenti sul conto del 30enne, oltre a disporre perquisizioni a Milano e Cortina, durante le quali i poliziotti hanno recuperato gioielli della pensionata. 
Gioielli che stavano per essere riciclati  nella gioielleria di famiglia con vendite sottobanco di cui erano esperti anche il padre di 66 anni e la madre di 64, anche loro indagati.  In totale sono stati recuperati a riconsegnati alla famiglia soldi e beni per 328mila euro.

Please enable JavaScript to view the comments powered by Disqus.



Go to Source

Commenti l'articolo

Rispondi