Umbria e relax: Draghi si concede qualche giorno di ferie a Città della Pieve

Pubblicità
Pubblicità

Il consiglio dei ministri sul Green pass è stato forse il passaggio più faticoso di questi mesi di governo. Ma dopo aver trascorso anche la prima settimana di agosto nel suo ufficio di palazzo Chigi, ora anche il presidente del Consiglio lascerà i corridoi del potere per riposarsi qualche giorno nella sua casa a Città della Pieve. Del resto anche Camera e Senato sono in ferie fino al 3 settembre e così Mario Draghi ha scelto di spostarsi, probabilmente fino a Ferragosto, in Umbria con la mogliee Serenella.

Centrodestra, Salvini perde sul Green Pass e la Lega si spacca: in 20 contro il decreto

Da circa 15 anni Draghi ha scelto il borgo umbro di 7.600 abitanti come luogo del suo “buen ritiro”, dimostrando grande attaccamento alla cittadina che diede i natali a Pietro Vannucci, il pittore meglio noto come il “Perugino”. Ma il premier non è l’unico ad aver scelto di allontanarsi da Roma per qualche giorno. Oggi, infatti, è atterrato in Sardegna, ad Alghero, del presidente della Repubblica, Sergio Mattarella. Il Capo dello Stato dallo scalo si trasferito nella villa di Porto Conte, la foresteria dell’aeronautica militare nel cuore della riserva naturale a una decina di chilometri da Alghero, poco distante dal costone di Capo Caccia e dalle Grotte di Nettuno. Mattarella è stato ricevuto dal prefetto di Sassari, Maria Luisa D’Alessandro, dal sindaco di Alghero, Mario Conoci.

Quirinale, per Mattarella vacanze nella riserva naturale di Alghero

Pubblicità

Pubblicità

Go to Source