“Un ebreo è un ebreo e un bianco è un bianco”, il comunicato stampa (integrale) della candidata no vax di Michetti

Pubblicità
Pubblicità

Enrico Michetti invita “gli antisemiti e i razzisti” ad autodenunciarsi e rinunciare alla candidatura. Troppi casi, troppe polemiche. I moderati, in testa quelli di Forza Italia, sono in ambasce e così il tribuno radiofonico lancia l’appello: “L’antisemitismo e il razzismo sono intollerabili e io sono incompatibile con chiunque abbia posizioni opache su questo fronte. Chi vuole impegnarsi per la collettività al mio fianco, sostenendo la mia candidatura accetta automaticamente i miei principi e i miei valori, quelli che sono chiaramente scolpiti nella Costituzione italiana”. L’avvocato scelto da Giorgia Meloni per cercare di conquistare il Campidoglio aggiunge: “Chi non la pensa in questo modo ha sbagliato compagni di strada. E per questo è pregato di farsi da parte, con piena diffida dall’utilizzo del simbolo, visto che purtroppo non è possibile estromettere un candidato dopo che le liste sono state depositate”.

Intanto arriva il comunicato di Francesca Benevento, la no vax accusata proprio di antisemitismo dopo le prese di posizione sul ministro della Salute, Roberto Speranza, pubblicate sui social. Ecco la nota della candidata della lista civica Michetti, ex M5S, in versione integrale. 

“La sottoscritta Francesca Benevento, candidata al Comune di Roma, in relazione alle illazioni e calunnie perpetrate nei confronti della sottoscritta e volte a criminalizzare la controparte politica, nel rigettare al mittente le indegne accuse di antisemitismo che non appartengono alla mia morale e cultura, specifico quanto segue.

Corsa al Campidoglio, Michetti finisce sotto tutela politica. Meloni: “Andrò in giro con lui”

Appare nella normalità appellare un Cattolico appartenente alla chiesa romana con il nome di cattolico, come appare normale appellare un bianco dalla bianca pelle con il nome di bianco e quindi un ebreo che pratichi la stessa religione con il nome di ebreo.

Appare normale poter affermare che il petrolio mondiale sia egemonia dei Paesi Arabi e quindi islamici, come appare normale poter affermare che i poteri bancari mondiali siano nelle mani di famiglie ebree e questi sono dati di fatto storico-economici che nulla hanno a vedere con pensieri o epiteti razzisti.

Campidoglio, la candidata No Vax insiste: “Potere banche in mano a ebrei”. E smentisce Michetti: “Io irrintracciabile? E’ lui che non vuole parlarmi”

Confermo la mia anima e morale democratica e mai razzista.

Per quanto concerne il mio attivismo politico confermo di essere una integerrima sostenitrice delle libertà costituzionali e quindi contraria alla compressione delle libertà individuali perpetrate dal governo italiano contro i cittadini che hanno scelto di non vaccinarsi, come garantisce la legge italiana, le norme europee e in particolare il regolamento europeo 953/21.

Il mio pensiero di libertà nei confronti degli pseudo vaccini covid si rifà, d’altronde, alle legittime tesi scientifiche del Prof. Montagner, del prof. Scoglio, del Prof. Bacco e per quanto riguarda la compressione dei diritti del Prof. Cacciari e del Magistrato Angelo Giorgianni. La mia è una battaglia democratica di libertà e civiltà.
                                                                                  Arch. Francesca Benevento”

Pubblicità

Pubblicità

Go to Source