‘Una squadra’, Procacci riunisce i campioni della Coppa Davis. Pietrangeli: “Oggi i tennisti sono più materialisti”

Pubblicità
Pubblicità

La squadra, e che squadra, del tennis monopolizza l’attenzione al Torino Film Festival: Adriano Panatta, Corrado Barazzutti, Paolo Bertolucci, Tonino Zugarelli e Nicola Pietrangeli, il capitano non giocatore, accompagnano la docu-serie firmata da Domenico Procacci che ripercorre gli anni Settanta e le gesta di un quartetto protagonista di quattro finali consecutive in Coppa Davis, che conquistò il trofeo mondiale nel 1976 in Cile, una partecipazione controversa, preceduta da un caso politico e diplomatico. Pietrangeli ragiona sulle nuove generazioni di tennisti per i quali magari rappresentare l’Italia o andare alle Olimpiadi è meno importante: “Questa è una cosa che oggi forse si sente meno. Noi eravamo più sentimentali, la bandiera e l’inno ci commovevano. Oggi sono molto più materialisti,  all’epoca portare la maglia azzurra aveva un diverso significato”. Alla rassegna torinese è stato presentato un montaggio di 75 minuti (su Sky a maggio, 6 episodi da 45 minuti) che racconta una squadra divisa, frammentata, stili di vita inconciliabili, conflittualità tra i giocatori e con l’allenatore.

Intervista di Arianna Finos

Montaggio di Rocco Giurato

Pubblicità

Pubblicità

Go to Source