Universita Popolare degli Studi di Milano webinar su intelligenza artificiale micro mobilita e 5G

Università Popolare degli Studi di Milano: webinar su intelligenza artificiale, micro mobilità e 5G

Libero Quotidiano News
Pubblicità
Pubblicità

Condividi:

10 dicembre 2020

(Milano 10 dicembre 2020) – Milano, 10/12/2020 – Dall’algoritmo che regola i contenuti dei social network, alla gestione di uo-mini nelle zone di conflitto, il futuro è l’innovazione. Se ne è discusso sulla piattaforma Gotowebi-nar. Un evento promosso dall’associazione GP4AI – Global Professionals for Artificial Intelligence; Ordine degli Avvocati di Bari; Università di Bari;
Tra i tanti interventi quello della professoressa Filomena Maggino. Esperta in analisi e misurazione del benessere, indicatori di diseguaglianza e sostenibilità, comunicazione statistica e politica e big data.
“A partire dalla rivoluzione industriale – ha spiegato la docente – il ruolo della mobilità delle persone e delle merci ha significativamente paradigmato e modellato la società sia in termini di urbanizzazio-ne delle città che di servizi ad essa connessi, evidenziando nel corso degli anni anche i limiti di una mobilità di massa incontrollata causando problemi sistemici e intaccando il benessere delle persone in tali contesti”.
“Nel corso dell’emergenza sanitaria, che abbiamo vissuto e che in parte stiamo ancora vivendo, la micromobilità ha svolto un ruolo fondamentale integrandosi al servizio pubblico: una sinergia inter-modale che ha favorito lavoratori e studenti in primis nella loro attività quotidiana soprattutto nei centri storici e nei luoghi di maggiore concentrazione abitativa”.
“In questa prospettiva il tentativo è stato quello di rielaborare il concetto di “tragitto” o “percorso” da punto a punto in un’ottica sistemica nel quale i cittadini utilizzano più strumenti condivisi.
La professoressa Maggino è Consigliere del Presidente del Consiglio dei Ministri su tutti i temi le-gati al benessere equo e sostenibile e alla statistica; è professore di Statistica sociale presso l’Università di Roma La Sapienza. È anche direttrice della rivista scientifica internazionale Social Indicators Research (Ricerca nel campo degli Indicatori Sociali) e dell’Enciclopedia sulla ricerca nel campo della Qualità della Vita e del Benessere. È Presidente e co-fondatrice dell’Associazione ita-liana per gli studi sulla qualità della vita (AIQUAV) ed è past-president dell’International Society for Quality-of-Life Studies. È inoltre la fondatrice del Laboratorio di Statistica per la Ricerca in ambito Sociale ed Educativo (StaRSE) e coordinatrice del Laboratorio di Relazioni Internazionali e Cyber Sicurezza (CIRLab).
All’incontro è intervenuto anche il Prof. Fabrizio Pompilio docente di diritto delle assicurazioni private e della navigazione presso l’Università Popolare degli Studi di Milano
Il Prof. Fabrizio Pompilio è altresì vicepresidente della Associazione Global Professional for Arti-ficial Intelligence, una associazione senza scopo di lucro, di finalità civiche, solidaristiche e di utilità sociale, ed in particolare la promozione della cultura, della ricerca e dell’innovazione a sostegno del bene comune, delle tecnologie digitali, dell’intelligenza artificiale, della robotizzazione delta vita, dell’etica globale, della filantropia, dei diritti umani, della sicurezza e della prevenzione.
“L’intelligenza artificiale è una materia complessa che coinvolge un’ampissima area di discipline che spaziano dalle scienze mediche, al diritto, ed ancora dalle scienze economico – sociali alle attuali di-scipline tecnico – attuariali. L’innovazione tecnologica, una risorsa per il mondo globale, deve essere al servizio dell’uomo e non deve mai ridurne, limitarne l’autonomia, nel pieno rispetto della privacy. L’evento dello scorso 30.11.2020, evento di notevole successo data la grande adesione di spettatori che si sono registrati in piattaforma, ha aperto un ampio confronto sulle potenzialità e sulle strategie istituzionali legate, appunto, all’ingegno artificiale”. Trasversalità degli argomenti, innovazione e divulgazione del sapere destinato non solo agli addetti ai lavori, bensì destinati anche al grande pubblico. Uno dei primi convegni, ci tiene a precisare, che come i prossimi saranno aperti all’intera popolazione, affinché il sapere sia reso aperto e diventi patrimonio dell’intera popolazione.
“L’ecosistema del pianeta e il futuro della vita umana, sono irreversibilmente compromessi. Ma forse abbiamo ancora un’ultima grande chance per tutelare l’ambiente in cui viviamo, quella di accelerare l’innovazione sostenibile nelle nostre città”, conclude l’avvocato Claudio Caldarola, Presidente della GP4AI – Global Professionals for Artificial Intelligence
I relatori. Saluti istituzionali: Filomena Maggino, Consigliere del Presidente del Consiglio dei Mini-stri; Antonio Decaro, sindaco di Bari e Presidente ANCI, Associazione Nazionale Comuni Italia-ni; Giovanni Stefanì, Presidente degli Avvocati di Bari e componente del Direttivo dell’Organismo Congressuale Forense OCF e di Claudio Caldarola, Presidente della GP4AI, componente della Commissione Informatica istituita presso il COA di Bari. Introduce: Antonio Uricchio, Presidente ANVUR – Agenzia Nazionale di Valutazione del Sistema Universitario e della Ricerca. Interven-gono: Giuseppe Pirlo, ordinario di informatica, delegato del Rettore alla Terza Missione – UNI-BA; Annalisa Turi, Knowledge Transfer Manager, PhD in diritto Tributario – UNIBA; Serena Dell’Agli, Infratel Italia; Giulio Profumo, Helbiz; Giovanni Ronco, Presidente sezione Ambiente – Confindustria Puglia; Matteo Pertosa, CEO Sitael. Per la Università popolare degli studi di Milano interverranno Giovanni Neri, Magnifico Rettore e Fabrizio Pompilio, docente di diritto delle assicu-razioni private e della navigazione. Conclusioni affidate a Fabrizio Pompilio e Jacopoantonio Ciccarelli, Avvocato dello Studio Legale Ciccarelli. Modera l’incontro: Tommaso Forte, giornalista.
Per informazioni:
tel.: 02 30 31 0550
e-mail:



Go to Source