Vaccini, Figliuolo alle Regioni: “Dal 16 agosto dosi senza prenotazioni a 12-18 enni”

Pubblicità
Pubblicità

L’obiettivo è quello indicato dal Cts: arrivare a settembre con una sorta di immunità di gregge per le scuole, almeno il 60 per cento degli studenti vaccinati con doppia dose.

Per questo, così come aveva annunciato due giorni fa nel corso della sua visita in Basilicata, il generale Francesco Paolo Figliuolo, commissario per l’emergenza Covid, ha inviato questa mattina una lettera a tutti i governatori chiedendo loro di prevedere, fin da lunedì, una corsia preferenziale in tutti gli hub vaccinali.

A partire dal 16 agosto tutti i ragazzi tra i 12 e i 18 anni potranno vaccinarsi senza dover prenotare. Agli under 18 è autorizzata la somministrazione solo di Pfizer o Moderna.

Report vaccini, ancora senza prima dose 1,2 milioni di over 60. Ma in 24 ore scaricati 6,7 milioni di Green Pass

“La campagna vaccinale – scrive Figliuolo – si sta sviluppando nei termini pianificati che vedono il progressivo raggiungimento degli obiettivi previsti per l’immunizzazione delle classi prioritarie, dei cittadini maggiormente vulnerabili e fragili. In tal contesto, al fine di dare ulteriore impulso alla vaccinazione dei più giovani, in previsione della riapertura delle scuole e anche dell’avvio della prossima stagione sportiva, a far data dal prossimo 16 agosto, vogliano le Regioni predisporre corsie preferenziali per l’ammissione alle somministrazioni dei cittadini afferenti a questa fascia d’età anche senza preventiva prenotazione. Tale predisposizione – conclude Figliuolo – avrà risvolti positivi anche per incentivare la ripresa in sicurezza sia delle attività sportive sia di quelle finalizzate a garantire un maggiore benessere psicofisico per i più giovani”.

Ecco la generazione V. Due milioni e mezzo di giovani vaccinati in un mese

Le somministrazioni dei più giovani, nella fascia under 30, vanno ad un ritmo più che soddisfacente: nell’ultima settimana si sono vaccinati in due milioni e mezzo, tra cui un milione di minorenni.

Cresce il numero dei vaccinati, ciclo completato dal 62% degli italiani over 12. E oltre 70 milioni le somministrazioni

Pubblicità

Pubblicità

Go to Source