200145853 f38f42cd e018 46be b631 dc83d9f8ccad

Vaccini, immunizzato un italiano su 5

La Republica News
Pubblicità
Pubblicità

200145853 f38f42cd e018 46be b631 dc83d9f8ccad

Sfiora il 20% della popolazione il numero di cittadini italiani immunizzati contro il Covid-19. L’ultimo report disponibile sul sito del governo, elaborato dalla struttura del commissario Francesco Figliuolo, parla infatti di 11.596.495 persone che hanno concluso il ciclo vaccinale, sono il 19,6% del totale. Le somministrazioni complessive sono state invece 33.770.194, il 92,1 per cento delle dosi finora consegnate.

E la campagna procede con il record di iniezioni in un solo giorno: 570.950.

Aifa, Palù: “Massimo lunedì ci esprimeremo sul vaccino ai 12-15enni”

Andando a guardare tra le fasce di età, sono 3.705.479 gli immunizzati ultraottantenni, pari all’82% (sono circa 4 milioni e mezzo infatti in totale), mentre il 91,5% ha ricevuto almeno la prima dose.

Tra i 70-79 anni hanno completato il ciclo vaccinale 1.992.448 persone, pari al 33,4% del totale. Percentuale che schizza verso l’alto se si guarda alla prima somministrazione ricevuta dall’81,4% della popolazione. La quota degli immunizzati cala ancora tra i 60-69 anni: sono 1.949.843 (26,2%). Tra i 50 ed i 59 anni sono 1.665.452 (17,6%) e tra i 40 e 49 1.048.404 (12%).

Dal 3 giugno la vaccinazione procederà senza più scadenze anagrafiche, sarà un “liberi tutti”. A sancirlo arriverà un’ordinanza di Figliuolo che stabilirà che le prenotazioni potranno essere aperte a chiunque.

Vaccini, dal 3 giugno si apre a tutte le fasce di età. Al via anche le dosi in azienda

Saranno poi le singole regioni, come sempre, a organizzare le modalità. Nel Lazio ad esempio si dovrebbe procedere, stando a quanto deciso finora, rispettando ancora le fasce di età, anche se con numerose eccezioni, vedi ad esempio gli open day del fine settimana o la tre giorni (dall’1 al 3 giugno) di vaccini per i maturandi.



Go to Source