102146661 ab8d5b71 2538 46d2 b4d6 fd11c7537cd9

Vaccino anti-Covid, a Milano il drive through dell’Esercito diventa centro vaccinale

La Republica News
Pubblicità
Pubblicità

102146661 ab8d5b71 2538 46d2 b4d6 fd11c7537cd9

Un sistema di somministrazioni che ogni giorno, in nove ore, può eseguire duemila vaccinazioni. E’ la ‘catena di montaggio’ della Difesa messa a punto nel drive through di Milano, al parco di Trenno, dove da oggi due linee lavorano alle inoculazioni mentre altre sei continuano a eseguire tamponi.

Vaccinazione, da venerdì primo drive through Difesa: il più grande d’Italia. Guerini: “Vincere la battaglia a ogni costo”

Le somministrazioni ai cittadini sono aperte dalle 8,30 alle 17,30 e a cominciare saranno i docenti, con il vaccino AstraZeneca. Dall’accettazione alla somministrazione, i tempi calcolati sono di 5 minuti senza scendere dall’auto, a cui se ne aggiungono altri 15 per l’attesa all’interno del parcheggio nel caso di eventuali reazioni avverse.

I due punti vaccinali nel drive through di via Novara in precedenza erano utilizzati per realizzare i tamponi. Altre sei postazioni, per il momento, continueranno ad essere utilizzate per l’attività di screening, attraverso i tamponi molecolari e i test rapidi Sars-Cov2. A inaugurare le due postazioni sono attesi tra gli altri il ministro della Difesa Lorenzo Guerini, il governatore della Lombardia, Attilio Fontana e la vicesindaca di Milano Anna Scavuzzo.

Prossimamente, in base alle richieste e alle esigenze, potranno essere riconvertite anche le altre postazioni. Il drive through di Milano, il più grande in Italia con un’area occupata di circa 2.000 mq e un parcheggio di 20.000 mq, è il primo ad essere trasformato in Presidio Vaccinale della Difesa. Si inizierà da 600 vaccini al giorno, per giungere, a pieno regime, fino a 2.000. La linea dedicata alla vaccinazione, con impiego di medici e infermieri militari, sarà operativa dal lunedì al sabato dalle 8,30 alle 17,30 ed è situata all’interno della struttura, realizzata dall’Esercito Italiano orain collabzione con la Regione Lombardia, Agenzie di Tutela della Salute (ATS) Città Metropolitana, Comune di Milano, Protezione Civile e Azienda Socio Sanitaria Territoriale Santi Paolo e Carlo, attiva dallo scorso 13 novembre con una capacità di effettuare fino a 800 tamponi al giorno. Il Centro Ospedaliero Militare di Milano metterà a disposizione il personale medico e sanitario mentre ASST Santi Paolo e Carlo della Regione Lombardia gestirà tutti gli aspetti organizzativi e amministrativi.



Go to Source