Val d’Aosta, violento temporale blocca due alpinisti a 4000 metri: soccorsi in difficoltà

Pubblicità
Pubblicità

Recuperati i due alpinisti francesi rimasti bloccati da ieri mattina sul Grand Pillier d’Angle. La chiamata arrivata ieri mattina al soccorso alpino valdostano segnalava due cordate in difficoltà, una sul Pillier d’Angle, sulla via d’arrampicata Divine Providence, una delle più difficili delle Alpi, e una seconda sulla punta bifida delle Aiguille Noire de Peuterey.

Gli alpinisti erano stati sorpresi da un violento temporale e, completamente bagnati, non riuscivano a proseguire. Il maltempo, però, ha impedito anche ai soccorritori di raggiungere le persone in difficoltà: l’elicottero non poteva alzarsi in quota e nemmeno le squadre da terra potevano mettersi in marcia per raggiungerle.

Intorno alle 10.30 di ieri mattina la coppia di francesi bloccata sul Pillier D’Angle ha riferito che uno dei due cominciava a mostrare i primi segni di ipotermia ma purtroppo il tempo ha continuato a peggiorare. Migliori le condizioni dei due alpinisti sull’Aiguille Noire che nel primo pomeriggio hanno riferito di sentirsi meglio e di poter proseguire la discesa da soli.

Nel pomeriggio una schiarita ha permesso al soccorso alpino valdostano di individuare i due francesi ancora bloccati ma le nuvole sono tornate a coprire il cielo prima che i due potessero essere recuperati. L’elicottero ha tentato il recupero fino a sera, senza però riuscirci e alla fine è dovuto rientrare alla base. Le operazioni per tentare il recupero dei due dispersi sono riprese questa mattina all’alba con successo. Principio di ipotermia.

Pubblicità

Pubblicità

Go to Source

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *