Valsamoggia: trovata morta Chiara Gualzetti, la ragazza di 16 anni scomparsa da casa. Si indaga per omicidio

Pubblicità
Pubblicità

E’ stata trovata morta la ragazzina di 16 anni scomparsa da ieri a Valsamoggia. Il corpo di Chiara Gualzetti era in via Abbazia, si era allontanata ieri dalla sua abitazione di Monteveglio dove viveva. Sul posto i carabinieri e il medico legale, si indaga per omicidio: potrebbe essere stata accoltellata. Sul sorpo sono state trovate ferite da arma da taglio e altre lesioni. Sul caso indagano sia la Procura ordinaria sia quella per i minorenni: non è infatti escluso che il possibile autore del delitto abbia meno di 18 anni. Si stanno ricostruendo le ultime ore della ragazza e i suoi contatti.

Le prime ricerche non avevano dato esito negativo e in mattinata il sindaco Daniele Ruscigno aveva lanciato un appello attraverso la sua pagina Facebook. Anche il padre della giovane aveva chiesto aiuto per trovare volontari. Decine e decine i messaggi di risposta, con i concittadini disponibili a dividersi in squadre per setacciare la zona, dandosi degli orari.

La ragazza, quando ieri mattina è uscita di casa, indossava maglietta e pantaloncini neri. “La prime ricerche hanno dato esito negativo e le autorità che hanno in gestione il caso stanno attivando la seconda fase di ricerca, coinvolgendo tutte le risorse operative, attraverso un coordinamento permanente in loco”, aveva scritto il primo cittadino prima che arrivasse la notizia del ritrovamento del cadavere. Il padre Vincenzo, invece, sempre su Facebook chideva “disponibilità ai volontari per un primo turno a partire dalle 15”, indicando “un’area ricerca piuttosto scosceso nel parco dell’Abbazia”. Lì dove, intorno alle 17 del pomeriggio, è stato effettivamente trovato il corpo senza vita della giovane.

Nel pomeriggio, il triste annuncio. “La ricerca di Chiara termina purtroppo in tragedia – le parole di Ruscigno- è stato ritrovato senza vita il suo corpo durante le ricerche sul campo avviate nel pomeriggio da parte di tutte le autorità competenti, coaudiuvate da un numero gruppo di volontari cittadini che ringrazio. Una tragedia per tutta la famiglia e per l’intera comunità. Le indagini sulle cause del decesso sono in corso”.

Pubblicità

Pubblicità

Go to Source