Venezia-Empoli 1-1: Okereke risponde a Zurkowski

Pubblicità
Pubblicità

Finisce senza vincitori né vinti la sfida tra Venezia ed Empoli. Al “Penzo” le due squadre si dividono la posta con un giusto 1-1: vantaggio toscano nel primo tempo con Zurkowski, pareggio lagunare nella ripresa con Okereke, su assist di Nani, entrato da pochi secondi e subito acclamato dai suoi nuovi tifosi. Un pari che sta benissimo agli ospiti, che mantengono un vantaggio rassicurante sulla zona salvezza, mentre i veneti devono rimandare l’appuntamento con la vittoria che manca da otto gare.

<< La cronaca della partita >>

Dominio toscano nel primo tempo

Paolo Zanetti deve fare i conti con il Covid, tra le numerose assenze c’è anche il portiere Romero, in compenso viene portato subito in panchina l’ultimo arrivato Nani. Andreazzoli si affida a Pinamonti, mentre Fiamozzi viene adattato a terzino sinistro viste le assenze di Parisi e Marchizza. Il primo tempo è dominato dai toscani, addirittura undici tiri in porta in 45′. Quello vincente arriva al 25′ quando, sul cross dalla sinistra di Bandinelli, c’è l’inserimento di Zurkowski che supera al volo di destro Lezzerini per la quarta rete stagionale. Lo stesso centrocampista polacco sfiora in due occasioni il raddoppio, mentre il Venezia è talmente in bambola che il tecnico arancioneroverde non aspetta l’intervallo per inserire Vacca e Okereke al posto di Tessmann e Kiyine.

Nani subito decisivo

Nella ripresa l’Empoli paga probabilmente un primo tempo dagli altissimi ritmi, il Venezia inizia a prende maggiore fiducia anche se non arrivano grossi pericoli per Vicario. La svolta però c’è al 71′ quando Zanetti si gioca la carta Nani, nonostante un unico allenamento con i compagni. Bene, l’esterno portoghese, appena arrivato dall’Orlando, ci mette meno di due minuti ad essere decisivo servendo un assist al bacio per il tiro dall’altezza del dischetto di Okereke che fulmina il portiere avversario. Proteste ospiti perché la rete arriva con Zurkowski a terra dopo un contrasto con Crnigoj. Nel finale le due squadre accusano la stanchezza e sembrano accontentarsi del punto, che ai toscani permette di mantenere un ottimo vantaggio sulla zona calda, mentre ai lagunari di muovere la classifica anche se la minaccia alle spalle del Cagliari si fa sempre più pressante. E il bottino pieno manca da ormai otto partite.

VENEZIA-EMPOLI 1-1 (0-1)
VENEZIA (4-3-3):
Lezzerini, Ampadu, Caldara, Ceccaroni, Molinaro (27′ st Nani); Crnigoj, Tessmann (35′ pt Vacca), Cuisance, Kyine (35′ pt Okereke), Henry, Aramu (35′ st Busio) (1 Maenpaa, 91 Neri; 13 Modolo; 16 Fiordilino, 18 Heymans, 42 Peretz; 11 Sigurdsson). Allenatore: P. Zanetti.
EMPOLI (4-3-2-1): Vicario, Stojanovic, Ismajli, Tonelli, Fiamozzi, Ricci, Zurkowski (33′ st Asllani), Bandinelli (39′ st Stulac), Henderson, Bajrami (39′ st Cutrone), Pinamonti (1 Ujkani, 22 Furlan; 6 Romagnoli, 31 Rizza, 36 Pezzolla; 16 Fazzini, 21 Damiani; 7 Mancosu, 19 La Mantia). Allenatore: Andreazzoli.
ARBITRO: Giacomelli di Trieste.
RETI: Zurkowski al 25′ e Okereke al 73′.
AMMONITI: Bajrami, Cuisance, Henderson, Okereke, Crnigoj, Ismajli, Fiamozzi e Bandinelli.
ANGOLI: 6-5 per il Venezia.
RECUPERO: 2′ e 3′.

Pubblicità

Pubblicità

Go to Source