Verdone 70 Anna Foglietta Auguri a un artista onesto di cui ti puoi fidare

Verdone 70, Anna Foglietta: “Auguri a un artista onesto, di cui ti puoi fidare”

La Republica News
Pubblicità

Anna Foglietta affianca Carlo Verdone nel film ancora da vedere, purtroppo rinviato causa pandemia, Si vive una volta sola, racconto dell’amicizia, del viaggio e di tanti scherzi di quattro chirurghi.Com’è stato l’incontro?“Per me lavorare con Carlo era un’aspirazione. Se non mi avesse mai chiamato sarei rimasta male. Verdone è imprescindibile dalla mia quotidianità, dalla mia famiglia, dalla mia storia. E’ sempre all’interno delle giornate attraverso le battute dei suoi film, le sue storie, la sua malinconia. Quando mi ha chiamato è stato come vincere la lotteria. E viaggiare con lui per questo film, che ha ancora purtroppo una storia infinita che riguarda l’uscita, è stato incredibile: ci siamo tanto divertiti, abbiamo pensato e riflettuto insieme, ci siamo scambiati delle cose. Carlo non è un uomo avido, ma invece piuttosto generoso in tutto. Un uomo onesto che se una cosa non gli piace la dice, è diretto, uno di cui ti puoi fidare”.
‘Si vive una volta sola’, torna Carlo Verdone: quattro amici e tanti guai

Cosa ha scoperto?”Carlo è un universo… ma davvero non mi aspettavo la sua modestia. Ripete che la sua più grande fortuna è stata l’aver vissuto una umanità eterogenea, a differenza di oggi in cui c’è una grande omologazione. Dice “sono stato un grande ladro” ma in quella sua osservazione c’è grande capacità di analisi e introspezione”.Il primo film che ricorda di Verdone?”Stasera a casa di alice è stato il primo film che ho visto in sala. E penso di conoscere a memoria Compagni di scuola che ci facevano vedere a loop a scuola, durante le occupazioni”.Battuta preferita?“Quella che dicevamo con gli amici quando uno attaccava a parlare e non si zittiva: “Arimettete la mano in testa, Postiglio’””.
Argomenti



Go to Source