Vergognoso caso di bullismo a Scampia: deridono giovane disabile e le immagini vengono condivise sui social

Pubblicità
Pubblicità

Un ragazzo indifeso, reso ancora più debole da una condizione di disagio psichico, umiliato da una banda di bulli che lo insegue e lo induce a correre, gettarsi per terra e poi addirittura a chiudersi in un cassonetto della spazzatura in cambio di qualche euro. Sono scene di profondo decadimento morale, quelle girate con un cellulare nel quartiere napoletano di Scampia e divenute rapidamente virali sul web. Il consigliere regionale di Europa Verde Francesco Emilio Borrelli, che ha denunciato l’accaduto, chiede di individuare i responsabili e chiede loro di “scusarsi pubblicamente”. Nel filmato si vede la vittima che grida “per piacere, per piacere”, forse nell’illusione di stare al gioco ed evitare il peggio. Ma non ha alcuna possibilità di sottrarsi a quella gogna e andrebbe solo portato via di là. I suoi aguzzini invece lo incitano, ridono a voce alta, si divertono. Queste voci, forse più ancora delle immagini, fanno male come un pugno nello stomaco.

di Dario Del Porto

Pubblicità

Pubblicità

Go to Source