Verona, due fratelli di 24 e 28 anni trovati morti in casa: è omicidio-suicidio

Pubblicità
Pubblicità

Due fratelli di 28 e 24 anni, Patrizio ed Edoardo Baltieri, sono stati trovati morti nell’abitazione di famiglia in via Brigata Piemonte a San Massimo (frazione di Verona), con ferite da arma da fuoco. La scoperta è stata fatta dal padre, rientrato a casa nella serata di ieri.

Si tratta di un omicidio suicidio. Restano da chiarire i contorni della tragedia. Il corpo del 24enne era nel soggiorno di casa, quello del fratello nella sua camera, a fianco di una pistola, legalmente detenuta dalla famiglia.

Sulla vicenda indaga la Squadra Mobile della Questura, la Digos e il pm di turno, Carlo Boranga. Secondo le ipotesi più accreditate, Patrizio avrebbe sparato al fratello minore dopo una lite e poi si sarebbe ucciso. I fatti, secondo alcuni testimoni, si sarebbero svolti sabato sera intorno alle 19, quando sono stati uditi 3 colpi di arma da fuoco. Il pm potrebbe disporre l’autopsia anche per chiarire la dinamica della vicenda.

Cinque anni fa il maggiore dei fratelli, Leo, è morto per una malattia. Un lutto che aveva segnato l’intera famiglia, il padre in particolare, che però negli anni si è saputo riprendere, anche grazie alla vicinanza delle persone del luogo e della parrocchia. I Baltieri godono infatti della stima e del sostegno della comunità: Patrizio studiava all’università e lavorava, Edoardo aveva una vita un po’ più ‘agitata’. Screzi e litigi nella norma, nulla di anomalo che lasciasse presagire un epilogo del genere. Ma ora non sarà facile per i genitori andare avanti senza figli, persi tragicamente uno dietro l’altro. 

Pubblicità

Pubblicità

Go to Source

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *